menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Senza abito talare, si finge prete e benedice le case dei parrocchiani

Il curioso episodio è successo a San Stino di Livenza. Lo pseudo-sacerdote avrebbe approfittato dei cambiamenti in atto in comunità per raggirare i fedeli

Si è spacciato per cappellano, approfittando del cambio di sacerdote in paese. Come riporta il Gazzettino, il fatto, curioso, è successo a San Stino di Livenza, ma per il momento non è dato sapere se il finto "confratello" si sia camuffato sotto mentite spoglie per approfittare delle donazioni dei fedeli, oppure per semplice vocazione divina.

A lanciare l'allarme è stata una donna, che avrebbe ricevuto la visita del presunto prete, in due giorni successivi: nella prima occasione stava uscendo di casa e il "sacerdote" si è limitato a rinnovarne l'appuntamento per la mattina successiva. L'uomo, senza veste talare, aveva un atteggiamento serafico, tipico degli uomini di chiesa, e pertanto completamente insospettabile.

La fedele, convinta di aver ricevuto la benedizione pastorale, dopo aver incontrato uno dei titolari della parrocchia, gli ha riferito del nuovo pastore, e solo in quel momento ha scoperto di non aver ricevuto la visita di un religioso, bensì di un potenziale ciarlatano. I veri preti si sono subito attivati per informare i propri parrocchiani della truffa in atto, e parallelamente è scattata la caccia allo sconosciuto pseudo-officiante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento