rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Via libera al bilancio di previsione in Regione: "Anno traumatico"

L'assessore ai Servizi sociali Sernagiotto: "Periodo più difficile fin dal dopoguerra". Stanziati quasi 3 milioni per le emergenze sociali nelle famiglie

Quello trascorso è stato per il Veneto l’anno più difficile dal dopoguerra e anche la discussione e la conclusione del bilancio regionale lo hanno dimostrato. Quest’anno, con la creazione del Fondo di solidarietà abbiamo fatto una scelta una tantum, necessaria e obbligata, per dare un contributo importante all’uscita dalla crisi, scelta che non si potrà ripetere ma che andava fatta, come è stato, con senso di responsabilità e di generosità". Queste le prime parole dell'assessore regionale ai Servizi sociali Remo Sernagiotto dopo l'approvazione del bilancio regionale di previsione 2013 da parte del consiglio regionale del Veneto.

"Per quanto riguarda le politiche sociali sono stati assegnati 2,8 milioni di euro per le emergenze sociali, il che significa in pratica per l’aiuto concreto e rapido alle famiglie che non ce la fanno a reggere l’urto della crisi, a pagare le bollette o i libri scolastici o a fare la spesa e che sono purtroppo in aumento anche da noi”.

Nel giro di una decina di giorni la Giunta regionale deciderà i criteri di assegnazione dei contributi per le emergenze sociali in modo che dopo il passaggio in consiglio regionale si possano  già erogare ai Comuni le assegnazioni. Certo per arrivare a quest’obiettivo prioritario si sono dovuti fare alcuni sacrifici su altre voci del sociale, non meno importanti viste in prospettiva, che contiamo tuttavia siano temporanei perché faremo richiesta di fondi al livello nazionale in relazione al carcere, al servizio civile e al servizio civile anziani”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera al bilancio di previsione in Regione: "Anno traumatico"

VeneziaToday è in caricamento