Cronaca

Cala il flusso di immigrati a Venezia Su questo trend incide la crisi

Il dato emerge dal rapporto Unar del Centro Studi "Idos", negli ultimi 10 mesi gli stranieri presenti nel Comune sono diminuiiti di circa 50 unità

Nel 2013 cala per la prima volta a causa della crisi il numero degli immigrati residenti nel comune di Venezia. È uno dei dati emersi durante la presentazione del dossier statistico immigrazione 2013, rapporto Unar, a cura del Centro studi e ricerche Idos. Gli stranieri presenti nel territorio comunale negli ultimi 10 mesi sono diminuiti di una cinquantina di unità, attestandosi a quota 32.598, poco più del 12% della popolazione complessiva.

Si interrompe quindi un trend positivo che ha visto passare il numero degli stranieri dai 6.700 del 2001 a quello attuale, con un aumento annuale che era arrivato, tra il 2007 ed il 2008, anche a quota 4.000 persone. Proprio dall'estate del 2008, però, i primi segnali di crisi economica nel Paese avevano frenato, ma non arrestato, il flusso degli immigrati.

Una crisi che si sta facendo ancora sentire soprattutto nel Nordest, se è vero che la regione è passata dal quarto posto del 2009 al tredicesimo del 2011 per quanto riguarda gli indici di integrazione, indici che tra l'altro, in Veneto, registrano i valori più bassi proprio nella provincia di Venezia. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala il flusso di immigrati a Venezia Su questo trend incide la crisi

VeneziaToday è in caricamento