menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Renato Chisso per ora esce dal carcere: andrà ai domiciliari per motivi di salute

L'ex assessore regionale è tornato a casa per un periodo di riabilitazione. Era stato portato al Civile di Venezia per un intervento al cuore, poi ricoverato in Rianimazione

Le precarie condizioni di salute hanno fatto optare il giudice per la concessione degli arresti domiciliari: così Renato Chisso, ex assessore regionale coinvolto nel caso Mose, esce dal carcere per andare a casa. Almeno per il momento. Chisso, infatti, era stato trasferito all'ospedale Civile di Venezia per un intervento necessario a risolvere i suoi problemi di cuore: dopodiché era stato ricoverato al reparto di Rianimazione cardiologica.

Il magistrato di sorveglianza ha quindi accolto l’istanza presentata lunedì dall’avvocato Antonio Forza per motivi di salute. Lo stesso giorno Chisso è rientrato in cella per essere scarcerato circa ventiquattro ore dopo: a casa lo attendono un periodo di riabilitazione cardiologica e le relative terapie. Il provvedimento è comunque provvisorio: spetterà al tribunale di sorveglianza, in sede di udienza, decidere se per lui dovranno riaprirsi le porte del carcere. Forza, contattato, ha precisato che la data dell'udienza è ancora da stabilire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento