rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Fincantieri, chiuse le indagini preliminari: 15 dipendenti indagati

L'indagine coinvolge 31 persone, di cui 15 titolari di ditte subappaltatrici

Sarebbero 15 i dipndenti dello stabilimento di Fincantieri di Porto Marghera coinvolti nell'inchiesta su un prsunto sfruttamento di manodopera straniera. Si sono concluse le indagini preliminari e il sostituto procuratore Giorgio Gava, che ha coordinato l'inchiesta, ha depositato gli atti. 

L'indagine coinvolge 31 persone, di cui 15 titolari di ditte subappaltatrici. Secondo quanto emerso, il presunto sfruttamento sarebbe avvenito attravrso società in subappalto all'interno dei cantieri. Lo sfruttamento si sarebbe realizzato retribuendo i lavoratori con il sistema della "paga globale", attraverso cui nelle buste paga venivano certificati i compensi stabiliti dal contratto nazionale, mentre in realtà i dipendenti venivano pagati molto meno, senza il riconoscimento di ferie e altre voci. Stando a quanto ricostruito, per garantire la corrispondenza tra gli importi pagati e quelli indicati in busta paga venivano indicate alcune voci fasulle, oppure un numero di ore lavorate inferiore a quelle reali.

Sempre secondo le indagini, alcuni indagati sarebbero stati corrotti (con soldi, orologi e altri oggetti di valore) dalle imprese subaffidatarie per consentire a queste ultime di completare i lavori in un tempo più lungo rispetto a quello pattuito dal contratto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fincantieri, chiuse le indagini preliminari: 15 dipendenti indagati

VeneziaToday è in caricamento