menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manifestazione di Forza Nuova vietata, il prefetto: "No a comizi all'aperto a Carnevale"

Il comizio previsto per sabato prossimo si potrà tenere solo se in un luogo chiuso, per motivi di sicurezza, in virtù del grande afflusso di persone che si riverseranno in laguna

Comizi all'aria aperta vietati durante i festeggiamenti del Carnevale. L'ordinanza - lo riportano i quotidiani locali - è del prefetto di Venezia Carlo Boffi e arriva pochi giorni prima del corteo organizzato per sabato dai militanti di Forza Nuova. Una manifestazione che in origine si sarebbe dovuta tenere a Chioggia, ma per motivi di ordine pubblico (la concomitanza del comizio di Veneto Accoglie) era stata spostata. Se quindi si vorrà comunque tenere, il diktat è quello di trovare un luogo chiuso.

Motivi di sicurezza

Il prefetto ha fatto leva sui disagi che si sono verificati sabato scorso nella giornata inaugurale del Carnevale, con il grande afflusso di turisti che hanno di fatto congestionato le calli, impedendo a molti di vedere lo spettacolo della Festa Veneziana sull'acqua. Motivi di sicurezza, che hanno portato anche al numero chiuso in piazza San Marco per gli eventi clou del Carnevale, come il volo dell'angelo, anticipato di un'ora e limitato ai primi 20mila che arriveranno.

"Una provocazione"

Il comizio era stato definito come grossa provocazione da molte associazioni antifasciste, e nella fattispecie Anpi si era scagliata contro la decisione di organizzarlo a poche ore dal giorno della memoria: "Dopo 80 anni dalla sudditanza nazista - avevano specificato in nota - c'è chi ripropone lo stesso tipo di razzismo, c'è chi ancora vuole negare quali siano state le conseguenze dell'odio razziale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento