Immigrazione clandestina: Marghera passata al setaccio, tunisino espulso

Gli agenti del commissariato insieme ai colleghi del reparto prevenzione crimine in un pomeriggio hanno identificato 15 extracomunitari. Due stranieri dovranno lasciare il Paese

Non solo era irregolare in Italia e aveva una lunga lista di precedenti, ma avrebbe già dovuto lasciare il Paese perché colpito da un provvedimento di espulsione. Una misura che era stata emessa lo scorso maggio dal magistrato di sorveglianza di Cagliari. Dopo due mesi in cui è riuscito a passare inosservato, mercoledì pomeriggio A.F.B.M., 45enne di nazionalità tunisina, è inciampato in un controllo della polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Controlli a tappeto

Gli agenti del commissariato di Marghera lo hanno intercettato insieme alle squadre del reparto prevenzione crimine nell’ambito di una serie di verifiche in terraferma veneziana mirate a contrastare l’immigrazione clandestina. Accertamenti che hanno permesso di identificare quindici extracomunitari in poche ore. Passando al setaccio ogni angolo di Marghera la polizia ha individuato il 45enne, noto spacciatore. Il tunisino giovedì mattina è stato accompagnato al centro per il rimpatrio di Potenza. E, come lui, dovranno andarsene dall’Italia anche K.A., marocchino di 37 anni e L.H., tunisino di 41, entrambi irregolari e senza una dimora fissa. Il questore di Venezia Vito Danilo Gagliardi ha emesso nei loro confronti un ordine di lasciare il Paese entro una settimana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento