Attentati Isis, è massima allerta: spiagge e aerei osservati speciali

Il prefetto Domenico Cuttaia dichiara che ci saranno più controlli anche se sul nostro territorio non c'è fino a questo momento alcun allarme specifico

Il terrorismo islamico è tornato a conquistare le prime pagine dei quotidiani di tutto il mondo. Dimostrando di avere la capacità di orchestrare attentati in tre continenti diversi a poche ore di distanza. "Nessun Paese è a rischio zero", ha dichiarato il ministro dell'Interno Angelino Alfano subito dopo le notizie sempre più circostanziate che arrivavano dalla Tunisia e dagli altri luoghi in cui si è seminata morte. Naturalmente Venezia, con la sua eco mondiale, continua a "custodire" una lunga lista di obiettivi sensibili. La guardia non è stata abbassata, anzi.  Anche perché non è passato poi molto tempo rispetto all'assalto a Charlie Hebdo a Parigi. Fatto sta che le maglie dei controlli già da venerdì sono state ulteriormente strette.

Aeroporto, porto, piazza San Marco ma non solo. Ci sono ambasciate e sedi diplomatiche. Ci sono chiese e, visto ciò che è accaduto in Tunisia, ci sono anche spiagge prese d'assalto da migliaia di turisti. Anche lì dunque le forze dell'ordine intendono farsi sentire. Tenuto conto che comunque sul nostro territorio non c'è fino a questo momento alcun allarme specifico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per coordinare l'attività delle forze dell'ordine sabato mattina il prefetto Domenico Cuttaia ha presieduto una riunione con i vertici delle forze dell'ordine per intensificare al massimo il dispositivo di sicurezza antiterrorismo. Durante il faccia a faccia sono state quindi individuate "specifiche misure di controllo che andranno ad aggiungersi a quelle già in atto, anche mediante l'utilizzo del personale di rinforzo in precedenza messo a disposizione dal Ministero dell'Interno", dichiara in una nota Ca' Corner. Sono state rafforzate le misure di sicurezza nelle località balneari e anche in corrispondenza degli snodi principali stradali e autostradali. Controlli intensficati, e ci mancherebbe altro, anche nelle stazioni ferroviarie e in aeroporto. La prefettura quindi avverte che potrebbero esserci anche inevitabili disagi per i cittadini e i turisti, ma saranno volti a garantire l'incolumità di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento