menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I due cagnolini presi in affidamento dall'Ulss

I due cagnolini presi in affidamento dall'Ulss

Cuccioli stipati in mini-gabbia e sommersi tra i bagagli: requisiti

Succede a Jesolo, dove gli uomini della polizia municipale hanno fermato un'auto con rimorchio al seguito. I cani sono stati affidati all'Ulss

Due cuccioli di pastore caucasico stipati in una gabbietta metallica sommersa dalle valigie, in condizioni igieniche precarie e in stato di sofferenza. E' quanto hanno trovato gli uomini della polizia municipale di Jesolo all'interno del rimorchio trainato da un furgone fermato in via Olanda, giovedì mattina. I due cagnolini, entrambi di razza (possono valere fino a 2mila euro ciascuno) sono stati presi in affidamento da un veterinario dell’Ulss 10 e ora stanno bene.

Tutto è iniziato giovedì mattina, quando i carabinieri hanno segnalato alla centrale operativa della polizia locale un furgone sospetto in via Olanda, con targa romena, 8 persone a bordo e rimorchio al seguito. Una volta raggiunto il mezzo due agenti hanno proceduto ad un controllo del conducente, dei passeggeri e di quanto veniva trasportato. Tra le valigie ammassate hanno trovato una gabbia metallica (505x50x30 centimetri le dimensioni) nella quale si trovavano due cuccioli di pastore caucasico di circa sei settimane di età, con vicino una ciotola di pane inzuppato.

Subito è stato richiesto l’intervento di un veterinario dell’Ulss 10, mentre si procedeva alla verifica dei documenti delle persone a bordo del mezzo: sono risultati tutti in regola, a parte quello di 27enne di cui si sospetta l’autenticità. Secondo quanto riferito dall'uomo che si è dichiarato proprietario dei due cuccioli, i cani stavano venendo trasportati a Cittadella, nella residenza dello stesso romeno.

Dopo un’analisi dei documenti di trasporto dei due animali e una verifica dei certificati necessari, compreso chip di identificazione, il veterinario ha deciso di prenderli in affidamento: i cuccioli di fatto venivano trasportati in condizioni igienico sanitarie e in stato di sofferenza tali da  violare l’articolo relativo del regolamento comunale. Il proprietari dei cagnolilni è stato sanzionato con 200 euro di multa, ma il timore degli agenti è che gli animali fossero destinati alla vendita sul mercato nero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento