Cronaca

Dipendente Actv sottrae 9mila euro. La replica: "Guardate bene, sono di più"

La sezione lavoro del tribunale di Venezia deve decidere di un lavoratore sorpreso a rubare denaro della società. I legali del chioggiotto licenziato chiedono venga ricollocato altrove

 

“Sono riusciti a licenziare uno dei nostri? Domani ci attendiamo il diluvio universale”. Commentavano così sorridendo alcuni dipendenti dell'Actv venuti a conoscenza della notizia. Lui è un dipendente del servizio oggetti smarriti di Venezia con la manina lesta. Secondo l'accusa avrebbe sottratto ben 9mila euro dal fondo cassa nella sua disponibilità. E scoperto è stato pure onesto: “Guardate che vi sbagliate, ne ho presi di più”. 
 
In un primo momento ai superiori avrebbe detto che si era sbagliato, solo un errore umano di poco conto. Peccato che il conto per le casse della società avesse tre zeri. Poi i legali del dipendente chioggiotto, secondo riporta il Gazzettino di Venezia, hanno fatto presente anche lo stato di necessità: a giustificare il gesto ci sarebbe una particolare situazione personale e familiare.
 
E auspicano un accordo con l'azienda per ricollocare quanto primo l'assistito. Per loro infatti il provvedimento di licenziamento è ingiusto e immotivato. Del caso se ne sta occupando la sezione lavoro del Tribunale di Venezia.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendente Actv sottrae 9mila euro. La replica: "Guardate bene, sono di più"

VeneziaToday è in caricamento