menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Niente pedane, disabile lasciato a piedi. "Chiederò i danni ad Actv"

La sventura è capitata giovedì ad un dolese, quattro autobus sono passati ma nessuno ha potuto caricarlo e portarlo a lavoro a Venezia

Le pedane sul bus sono guaste, il disabile viene lasciato a terra. La sventura è capitata al dolese Pietro Martire, personaggio molto conosciuto nell’ambito del volontariato e dello sport in Riviera del Brenta, da dieci anni costretto a muoversi in sedia a rotelle in seguito ad un gravissimo infortunio subito durante una partita di calcio. Come riporta Il Gazzettino, l’episodio è capitato giovedì mattina alla fermata dell’autobus in centro a Dolo.

Martire, fondatore dell'associazione "Oltre il muro", aveva bisogno di andare a Venezia e prima di uscire di casa ha telefonato al centralino Actv per sapere se i mezzi di quella linea erano tutti dotati di pedane per disabili. “Mi è stato assicurato che tutti lo erano” ha spiegato Martire, che però tra le otto e le otto e mezza si è scontrato con una realtà ben diversa: quattro autobus sono passati, tutti e quattro avevano pedane non funzionanti.

“Un’autista mi ha suggerito di chiamare il deposito e spiegare la mia necessità, così avrebbero inviato un autobus con pedana funzionante. Ma stiamo scherzando?” è sbottato Martire, che già due anni fa si era trovato a che fare con una situazione identica. Alla fine ha rinunciato ad andare a lavoro e si è già messo in contatto con un legale per valutare eventuali azioni risarcitorie.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Venerdì è sciopero dei trasporti del sindacato Sgb

  • Attualità

    I volontari si prendono cura del forte Tron

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento