menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dismissioni Ater, messi in vendita 5mila alloggi agli attuali inquilini

L'Azienda per l'edilizia popolare conta di incassare 60 milioni dalla vendita di almeno 1500 appartamenti costruiti 20 anni fa. Sconti e agevolazioni su quelli più recenti

Via alle dismissioni Ater sulle residenze pubbliche. Sarebbero cinquemila gli alloggi in vendita e che frutterebbero almeno 60 milioni di euro. Un progetto grandioso, il più cospicuo dall'insediamento della nuova Giunta regionale che approvò il Piano per le politiche della casa. sarebbe dunque tutto pronto. Le abitazioni andranno agli inquilini che li abitano adesso, con un prezzo in relazione al reddito dichiarato dalla famiglia. L'Ater ha già avviato le pratiche e manca solo il "via libera" definitivo da palazzo Ferro-Fini. Secondo la Nuova l'approvazione definitiva avverrà verso metà giugno.

In tutto sono 5mila alloggi: 2mila a Mestre e poi, a scendere, sui comuni principali come Mira, Mirano, Spinea, San Donà di Piave e Chioggia, in minima parte. Non sarebbero state considerate, invece, le case sul centro storico di Venezia, ad evitare che le vendite si trasformino in speculazioni edilizie dei soliti noti. La percentuale di alloggi su cui sta facendo i conti l'Ater è del 30%, circa 1500, con una rendita di 60 milioni di euro che serviranno, in futuro, a fare cassa per la costruzione di nuovi alloggi popolari. Secondo le stime, ad essere in vendita, saranno gli appartamenti più vecchi, 20 anni almeno, che necessitano di più manutenzione e su cui l'Ater stessa non vorrebbe investire per le maggiori spese. Gli alloggi più recenti, invece, saranno comunque nella disponibilità degli attuali inquilini con uno sconto che va dal 20 al 45%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento