menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In allegato la foto con la bimba Sofia e la strumentazione donata

In allegato la foto con la bimba Sofia e la strumentazione donata

L'associazione Moto Club CC Motorday dona un nuovo strumento all'Ulss 13

L'associazione, formata da motociclisti appartenenti ai carabinieri, ma anche ad altre forze dell'ordine, ha donato il piccolo ma fondamentale strumento

E’ stato grazie ad una bambina, di appena sette mesi, che la Pediatria di Dolo, diretta da Luca Vecchiato, da sabato è dotata di un capnometro, cioè una strumentazione di piccolissime dimensioni, grande come un telefono cellulare, ma di una tecnologia così avanzata che le nuove linee guida mondiali della pediatria la rendono obbligatoria per la rianimazione del neonato. Fino ad oggi la Ulss 13 possedeva un solo capnometro che, anche grazie alle sue piccolissime dimensioni, era facilmente trasportabile da un presidio ospedaliero all’altro: oggi Dolo, grazie ad una donazione della associazione Moto Club CC Motorday, ne ha uno tutto suo. 

È stato grazie a Sofia, bambina ricoverata lo scorso mese di dicembre nel reparto della Pediatria di Dolo per una bronchiolite, che i suoi genitori,  entusiasti del trattamento ricevuto dalla piccola, hanno deciso di fare qualcosa. E lo hanno fatto promuovendo il reparto agli occhi dell’associazione Moto Club CC Motorday, che ha come presidente della provincia veneziana Marco Milan, un carabiniere in congedo che è proprio il padre di Sofia.

L’associazione è no profit ed è costituita da motociclisti appartenenti ai carabinieri, ma anche ad altre forze dell’ordine più alcuni simpatizzati. “Un grazie di cuore alla associazione Moto Club CC Motorday – ha evidenziato il direttore generale della Ulss 13 Giuseppe Dal Ben – per la sua attenzione e generosità dimostrata non solo al nostro reparto, ma anche verso i piccoli pazienti che ogni giorno transitano da noi”.

Oggi la tecnologia mette quindi a disposizione dei medici pediatri un metodo diretto per permettere, in una manciata di secondi, di avere la totale sicurezza sulla rianimazione del neonato. Ai ringraziamenti del direttore generale della Ulss 13 si sono aggiunti anche quelli del Sindaco di Dolo, Alberto Polo, presente oggi insieme al Comandante della stazione dolese Gabriele Favero, alla cerimonia di consegna della nuova apparecchiatura. “E’ bello partecipare a questo momento di festa – ha detto il Sindaco – dove, grazie al nuovo Dg della Ulss 13 Giuseppe Dal Ben e alla associazione donatrice, anche Dolo può vantare una offerta ospedaliera di alta qualità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'Rt in Veneto sale a 0,91, le richieste di Zaia oggi al Governo

  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento