Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Gru, cicogne nere e non solo: la riserva di Ca' Roman "ostello" per gli uccelli migratori

Gli ornitologi della riserva veneziana in queste settimane che precedono la primavera stanno monitorando i flussi degli uccelli. Presenti poiane e anche falchi

La migrazione, fenomeno ancestrale e naturale, porta per sopravvivere intere popolazioni animali a spostarsi da un luogo all’altro. Migliaia di esperti ornitologi, in tutto il mondo, in queste settimane che precedono la primavera stanno osservando i cieli per assistere alla migrazione del popolo alato. Anche lo staff tecnico Lipu di Ca’ Roman sta svolgendo le consuete attività inerenti il monitoraggio dei flussi nella riserva.

Il periodo migratorio

Poiane, falchi di palude, albanelle reali sono i rapaci più facilmente osservabili in questo periodo migratorio. A decine si fermano in volo sopra l’isola per sfruttare le correnti termiche ascensionali che si formano sopra le dune. Nei cieli sopra il mare, infatti, questo fenomeno non si si apprezza con tale intensità. Parallelamente prosegue il passaggio dei colombacci e, nella zone della pineta, dei passeriformi: tordi, merli, fringuelli e peppole.

I limicoli

Nella stessa riserva si possono contemplare anche tutti quei limicoli, uccelli che rimestano nel fango, che in questi giorni di migrazione sfruttano le risorse di cibo della spiaggia come in un autogrill lungo l’autostrada. In questi giorni nella spiaggia si posso o infatti vedere molti piovanelli tridattili (in viaggio fino al circolo polare artico e oltre) e le elegantissime beccacce di mare.

Gru e cicogne nere

Gli ornitologi, inoltre, hanno potuto ammirare più di un centinaio di magnifiche gru. Emblema della migrazione, nella loro tipica formazione a V, nel loro lungo viaggio verso l'Europa continentale dove, nelle radure e steppe nordiche, andranno a ritrovare il proprio partner per la stagione riproduttiva, tardo primaverile. Ma le sorprese per i volontari non si erano ancora esaurite: hanno potuto, infatti, apprezzare il passaggio di due rare e bellissime cicogne nere. Questi due uccelli si sono ritrovati a sfruttare le correnti d’aria sopra Ca’ Roman proprio in contemporanea con le gru, un esemplare di Nibbio Reale e qualche decina di altri rapaci tra poiane e falchi di palude, nel complesso uno spettacolo come poche volte accade.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gru, cicogne nere e non solo: la riserva di Ca' Roman "ostello" per gli uccelli migratori

VeneziaToday è in caricamento