menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un graffito con il famoso slogan degli ultras (Archivio)

Un graffito con il famoso slogan degli ultras (Archivio)

Firma i verbali della polizia con "A.C.A.B.", 19enne finisce nei guai

Era stato fermato dalla Polfer di Portogruaro per ubriachezza molesta, ma una volta negli uffici ha pensato di tentare un'irriverente bravata

Fermato dalla polizia ferroviaria di Portogruaro per ubriachezza molesta, voleva esprimere il suo “dissenso” con una firma molto particolare sui verbali, ma per il giovane che ha avuto la brillante idea di scrivere sui fogli delle autorità il noto acronimo “A.C.A.B.” ora arriveranno i guai.

SIGLA FAMOSA – Il giovane, nato nel 1994 a Latisana ma residente a Cesarolo (frazione di San Michele al Tagliamento), era stato fermato dagli agenti della Polfer perché, dopo qualche bicchiere di troppo, stava infastidendo le persone intorno a lui. Portato negli uffici delle autorità, il ragazzo si è visto mettere davanti tre verbali da firmare. Il giovane ha però deciso di tentare quella che probabilmente riteneva essere un'irriverente bravata, firmando i tre fogli con un lapidario “A.C.A.B.”, acronimo per “all cops are bastards” (“tutti i poliziotti sono bastardi”, in inglese) ben noto a ultras, agitatori e, soprattutto, agenti di polizia. Gli uomini della Polfer hanno riconosciuto la sigla e hanno costretto il 19enne a firmare altre tre copie dei verbali con le sue corrette generalità, poi hanno inviato i fogli “incriminati” all'autorità giudiziaria, deferendo il giovane in stato di libertà per il reato di “oltraggio ad un Corpo Politico, Amministrativo o Giudiziario”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento