menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ultimo saluto a Chiara, una festa per ricordare la campionessa

Celebrati sabato mattina i funerali dell'atleta scomparsa prematuramente il 1° agosto. Erano presenti compagne di squadra, atleti e commissari

L'ultimo saluto a Chiara. Si sono tenuti sabato mattina nella chiesa di san Giacomo Apostolo di Caselle di Santa Maria di Sala i funerali dell'atleta scomparsa tragicamente il 1° agosto, a seguito di un'embolia polmonare.

Il corteo funebre è partito dall'ospedale comunale di Mirano, alle ore 9, con le ammiraglie della Top Girls Fassa Bortolo, la sua squadra, a scortare la bara, in segno di riconoscenza e rispetto. Semafori spenti in segno di lutto durante il tragitto, con la protezione civile e i vigili ad occuparsi della sicurezza stradale.

Prima della celebrazione, al di fuori della chiesa, è stata allestita una sorta di camera ardente all'aperto, un gazebo con la cassa chiusa di Chiara, le sue maglie da gara e la bicicletta che avrebbe dovuto utilizzare ai campionati europei di Tartu. È stato il padre della giovane a volerlo, poiché, come aveva dichiarato nei giorni scorsi, ha voluto che il funerale della figlia fosse un'occasione di commemorazione e festa.

Alle 10.15, don Lucio Monetti e don Paolo Cecchetto hanno poi dato avvio alla celebrazione vera e propria, a cui hanno partecipato anche le compagne di squadra di Chiara, le ultime ad aver vissuto gli ultimi istanti di vita della ragazza. Tra la commozione generale, per una perdita tanto dolorosa, erano presenti atleti, direttori spotivi e commissari tecnici; anche Alessandra Cappellotto, campionessa mondiale di ciclismo su strada nel 1997. Una grande e sentita partecipazione, per rendere l'ultimo omaggio alla giovane campionessa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento