menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I ladri entrano nella municipalità "Sparite divise da vigile urbano"

La razzia nella notte tra giovedì e venerdì nella sede di via Rio Cimetto a Chirignago. Rubati anche pc e videoproiettore. Oltre che, pare, uniformi

Una manna per truffatori e malviventi in genere. Potersi travestire da "guardie" per poter continuare a fare i ladri. E' quello che potrebbe accadere se il furto di divise da vigile urbano registrato nella sede della municipalità di via Rio Cimetto alla Gazzera venisse confermato. Nella notte tra giovedì e venerdì, infatti, i delinquenti hanno messo nel mirino l'edificio, forzando una porta e penetrando al suo interno.

Sono stati passati al setaccio uffici e corridoi, trafugando le monete delle macchinette distributrici di alimenti e bevande. Nelle mani dei predoni è finito anche un videoproiettore dell'aula magna. Un oggetto relativamente semplice da raccogliere e soprattutto da trasportare. Il bottino iniziale dell'incursione sembrava essersi concluso qui. Con l'arrivo delle volanti della polizia per un primo sopralluogo e i responsabili della struttura che si riservavano di effettuare un inventario più dettagliato nelle ore seguenti.

Il "grosso" dell'ammanco, però, sarebbe quindi saltato fuori più tardi. Quando ci si è accorti che all'appello mancavano anche alcune divise da vigile urbano custodite al primo piano dell'edificio. Indumenti molto riconoscibili che potrebbero essere sfruttati per accaparrarsi la fiducia dell'anziano di turno in una delle troppe truffe che coinvolgono purtroppo il mondo della terza età. Spariti nel nulla anche cinque personal computer appena acquistati per i servizi sociali e per il servizio educativo. I pc si trovavano al piano terra, sulla sinistra rispetto all'ingresso. Sulla destra, invece, la sede di alcune associazioni. Tutto è stato passato al setaccio e messo a soqquadro. Tanto che solo alle 11, per permettere i rilievi della polizia, i servizi al cittadino sono potuti tornare a essere erogati.

I delinquenti, poi, salendo le scale hanno raggiunto la sede della società partecipata dal Comune "Agire", attiva in tematiche ambientali, e l'ufficio della polizia municipale. All'interno i furfanti si sarebbero quindi impadroniti delle divise, forse non messe nel conto al momento della pianificazione dell'incursione.

"Ogni giorno è un bollettino di guerra - attacca il presidente della municipalità di Chirignago-Zelarino Maurizio Enzo - uffici e spazi come il nostro sono ormai finiti da tempo nel mirino dei delinquenti. Che hanno così bloccato per un paio d'ore l'azione dei servizi sociali. Abbiamo subito un duro colpo. Serve fare qualcosa per arginare questa ondata di microcriminalità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento