Due garage come dormitori abusivi, Ater li sgombera

Chiusi giovedì pomeriggio con lastre anti-intrusione, in via Catene. Segnalazione di alcuni residenti del posto preoccupati per il via vai notturno

I garage chiusi da Ater

Due garage utilizzati abusivamente come dormitori, in via Catene a Marghera. La segnalazione, riguardo a quanto stava accadendo, è arrivata all'Ater, ente proprietario degli immobili, giovedì mattina, da parte di alcuni residenti preoccupati per il via vai notturno. Nel pomeriggio l'Azienda territoriale per l'edilizia residenziale di Venezia ha sgomberato e chiuso con le lastre anti-intrusione.

Arredi e abiti

Servizio legale e ispettivo, assieme a quello manutenzione di Ater, si sono recati sul posto assieme alla polizia di Stato. Quando gli operatori e le forze dell’ordine sono arrivati ai due garage, di pertinenza di altrettanti alloggi di proprietà dell’Ater, hanno trovato le serrature scassinate. Nessuno all’interno dei locali in quel momento, ma arredi e oggetti come un divano, un tavolo e alcuni indumenti, tali da far presumere che i locali venissero utilizzati come dormitori abusivi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Effrazioni

«Non intendiamo abbassare la guardia – afferma il presidente di Ater Venezia Raffaele Speranzon – cerchiamo di intervenire il più velocemente possibile per non consentire che queste occupazioni abusive si “stabilizzino” per così dire, creando degrado nella zona e preoccupando i nostri inquilini. Ringraziamo prefettura e questura per il sostegno e chiediamo loro un sempre maggior aiuto e attenzione in questa battaglia per la legalità, perché frenare sul nascere situazioni come queste impedisce che alcune zone perdano la loro tranquillità e vivibilità». Chi compie un’effrazione e butta giù una porta, che si tratti di un appartamento, un negozio, o un garage, non troverà clemenza da parte nostra».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento