Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Chioggia

Prete di Chioggia colto da ischemia dopo la Messa di Natale: è stato ricoverato a Mestre

E' successo lunedì dopo la funzione delle 11 nella chiesa di San Giacomo. Don Massimo, 63enne, ha avvertito un malessere ed è stato convinto a sottoporsi ad accertamenti medici

Dopo la preoccupazione delle prime ore, sembrano migliorare le condizioni di don Massimo Ballarin, il sacerdote 63enne di Chioggia che dopo la messa di Natale è stato accompagnato al pronto soccorso della città clodiense a causa di una probabile ischemia. Viste le sue condizioni, lunedì è stato disposto per lui un trasferimento all'ospedale dell'Angelo di Mestre.

Chioggia si stringe attorno a don Massimo

A 24 ore di distanza il prelato si trovava ancora ricoverato nel reparto di Terapia intensiva, attorniato dall'affetto dei famigliari. Numerosi i messaggi di vicinanza dei fedeli della parrocchia di San Giacomo, dove il prete era comunque riuscito, nonostante il malessere, a portare a termine la funzione religiosa delle 11. Dopodiché è stato convinto dal parroco don Vincenzo Tosello e da un medico a portarsi in ospedale per farsi controllare, accompagnato dallo stesso vescovo, monsignor Adriano Tessarollo. E' stato a quel punto che i camici bianchi hanno riscontrato la possibile ischemia in corso.

"Situazione meno preoccupante"

"La situazione di don Massimo Ballarin - fa sapere il settimanale d'informazione della diocesi di Chioggia, Nuova Scintilla - è meno preoccupante. Si trova sotto osservazione in terapia intensiva. Seguiranno i necessari esami". E' probabile dunque che il sacerdote sarà trattenuto all'Angelo per alcuni giorni. "Un grazie a coloro che hanno espresso vicinanza e hanno elevato preghiere per don Massimo", conclude "Nuova Scintilla".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prete di Chioggia colto da ischemia dopo la Messa di Natale: è stato ricoverato a Mestre

VeneziaToday è in caricamento