menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La costa Diadema

La costa Diadema

Il grande giorno della "Diadema": Fincantieri consegna la "regina"

Sabato cerimonia con i dirigenti della Costa Crociere. Il ceo Thamm: "Non vogliamo danneggiare Venezia, di sicuro troveremo una soluzione"

E' il grande giorno della consegna della Costa Diadema nel cantiere della Fincantieri alla compagnia. Sarà la nuova ammiraglia di Costa Crociere, con i suoi 306 metri di lunghezza per una larghezza di 37,2 metri. 132.500 tonnellate totali, 1.862 cabine passeggeri e la capacità di trasportare 4.947 passeggeri, cui si devono aggiungere 1.253 membri di equipaggio. Un enorme condominio galleggiante pronto già a mettersi in mostra in cinque porti italiani per festeggiare, con cerimonia ufficiale di varo a Genova il 7 novembre. Quindici ponti e una velocità massima di 22,5 nodi, con il massimo della tecnologia a disposizione. Per Porto Marghera, però, più che altro ha voluto dire due anni di lavoro (in un periodo di difficoltà) e 550 milioni di euro di investimento. Tra costruzione e indotto è stata una commessa che ha impegnato centinaia di imprese per una stima di circa mille lavoratori nei cantieri, oltre ad altri 2.500 dipendenti dell’indotto e circa 400 fornitori a contratto.

Costa Diadema "sarà l’ambasciatrice del meglio che l’Italia offre in termini di stile di vita, intrattenimento, gastronomia e ospitalità". Gli interni della nuova ammiraglia sono ancora più accoglienti, spaziosi e moderni per strutture e disposizione delle aree pubbliche. E’ una nave all’avanguardia, che offre ampi ambienti su più livelli, affacciati sul mare e collegati da percorsi dinamici per ricreare l’atmosfera di una vivace località balneare. L’esempio perfetto è la passeggiata esterna sul mare, al ponte 5, una vera “terrazza all’italiana”, che si estende per oltre 500 metri, in cui gli ospiti possono godersi la spettacolare vista sul mare, rilassarsi in uno dei numerosi bar e ristoranti, gustando un cocktail o per una cena romantica.

Naturalmente sullo sfondo rimane sempre la polemica sui transiti delle grandi navi davanti a San Marco, per cui scatterà lo stop nel 2015. "Non vogliamo danneggiare Venezia perché è un bene mondiale e la città deve essere protetta - ha dichiarato Michael Thamm, ceo di Costa Crociere - anche la Diadema potrebbe transitare in laguna perché le restrizioni entreranno in vigore il prossimo anno. Ma nessuno ci ha invitato per ora". A breve quindi all'ombra del Paron si potrebbe vedere passare l'ammiraglia più grande di tutta Italia. "Sono anche sicuro che l'Italia e la città sapranno trovare soluzioni alternative al transito di queste navi. Per le quali tutti noi siamo pronti a dare un contributo", ha dichiarato.

Secondo Giuseppe Bono, ceo della Fincantieri, non ci sarebbe nulla di cui preoccuparsi perché "le navi le facciamo sicure a prova di Schettino - ha affermato - l'esempio è questa nave che è il meglio del meglio e l'orgoglio della nostra industria. Certo, ci sono sempre i limiti dell'uomo - ha rilevato - le automobili vengono costruite per essere sicure, ma poi c'è sempre qualcuno che le fa sbattere. L’augurio che voglio esprimere in questa giornata di festa - continua - è che continui questa proficua collaborazione fra grandi imprese nazionali, e che essa possa essere di buon auspicio per tutto il Paese".

Dopo la consegna, Costa Diadema partirà da Venezia il 30 ottobre per raggiungere Trieste, da dove inizierà la “crociera di vernissage”, il 1 novembre, che farà scalo a Dubrovnik, Corfù, Malta, Napoli e infine a Genova, dove, il 7 novembre, avrà luogo la "cerimonia di battesimo". In qualità di “Regina del Mediterraneo”, Costa Diadema sarà posizionata nel Mare Nostrum. Dall’8 novembre sino alla fine della stagione estiva 2015, la nuova ammiraglia partirà dal porto di Savona per tre crociere inaugurali di 7 giorni nel Mediterraneo occidentale, con soste ogni settimana nei porti di Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Napoli e La Spezia. Le crociere consentiranno di visitare in un’unica vacanza Firenze e Napoli, due fra le città italiane più amate, e altre destinazioni come Barcellona e Marsiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento