menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'incendio partito dalla cucina: «Abbiamo visto il fumo uscire, abbiamo avuto paura»

«Il fumo che usciva ci ha spaventati, siamo corsi fuori. Abbiamo preso un grande spavento». A parlare è un vicino di casa della 71enne il cui appartamento a Cannaregio mercoledì pomeriggio è andato in fiamme. Alcuni residenti hanno cercato di mettere in salvo la padrona di casa, altri di contenere le fiamme fino all'intervento di due agenti di polizia, delle quali una era una funzionaria al primo giorno di servizio a Venezia, che sono riuscite a portare fuori l'anziana ormai in fin di vita. 

L'incendio che ha devastato l'appartamento al civico 4803 secondo la prima ricostruzione potrebbe essere partito dalla cucina. Secondo gli esperti, il punto di origine potrebbe essere il piano cottura ma serviranno ulteriori sopralluoghi e analisi per avere la conferma ufficiale. Intanto la 71enne è ancora ricoverata all'ospedale Dell'Angelo di Mestre per delle ustioni al volto, ma non è in pericolo di vita. Altri cinque agenti erano finiti al pronto soccorso perchè avevano inalato il fumo e quattro di loro sono stati dimessi dopo qualche ora, mentre uno è stato trattenuto in osservazione. 

I residenti sono rientrati nelle loro abitazioni. «La signora che abita qui la conosciamo. Vive da sola, ma è sempre pronta a scambiare due parole - racconta una vicina -. Il nostro augurio è che si riprenda presto». L'appartamento della 71enne è stato messo sotto sequestro. Quello di mercoledì pomeriggio è il terzo grave rogo che si scoppia in abitazioni del centro storico. Qualche giorno fa era accaduto a Murano, dove due anziani di 94 e 96 anni erano morti intossicati e alcune settimane prima nei pressi di San Simeon aveva perso la vita un'altra pensionata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento