menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia a bordo di una nave mercantile, marittimo muore per un incidente sul lavoro

L'operatore, di nazionalità filippina, si trovava a bordo di un natante battente bandiera maltese ora in rada al largo di Chioggia. Traumi causati con ogni probabilità dalle cime

Tragedia a bordo di una nave mercantile battente bandiera maltese in rada fuori dal porto di Chioggia. Secondo le prime informazioni, un marittimo di nazionalità filippina ha perso la vita a causa di un incidente sul lavoro. Avrebbe riportato dei traumi fatali durante l'utilizzo di un macchinario per muovere le cime.

La tragedia sabato sera

L'imbarcazione, la Eleni M., un colosso da quasi 30mila tonnellate, era salpata dal porto di Fusina alle 18 e aveva come destinazione il porto di Alessandria d' Egitto. L'itinerario però è stato scompaginato dall'improvvisa tragedia. La prima segnalazione dell'accaduto ha raggiunto la capitaneria di porto verso le 20 di sabato, dopodiché sul posto si sono portate le squadre della guardia costiera di Chioggia, i sanitari del 118 e gli agenti della polizia di frontiera portuale. Domenica mattina i rilievi per far luce sulla dinamica dell'accaduto erano ancora in corso: la salma è stata trasferita all'obitorio di Chioggia, spetterà al magistrato di turno disporre o meno un'autopsia per raccogliere ulteriori elementi utili alle indagini.

Itinerario rivisto

L'incidente si è verificato poco prima delle 20: da quel momento in poi, infatti, il mercantile ha diminuito in maniera molto sensibile la velocità che all'inizio era di 12 nodi poi, nel giro di mezz'ora, si era ridotta a 2. Segno che la rotta era stata rivista ed era scattato l'allarme. Le manovre rianimatorie si sono dimostrate vane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento