menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia contro la pena di morte, incontro con l'ex condannato Martinez

Il cubano ha passato 37 anni nel braccio della morte. Giovedì sera è stato organizzato un incontro in Municipio a Mestre. In piazza Ferretto flash mob del comitato "Se non ora quando"

Giovedì 29 dicembre, alle 20.45 al Municipio di Mestre, nell'ambito delle manifestazioni per la Giornata internazionale “Città per la Vita, Città contro la Pena di morte”, l'assessorato comunale alle Politiche giovanili e Pace e la Comunità di Sant'Egidio, organizzano l'incontro pubblico con Joaquin José Martinez, ex-condannato a morte negli Stati Uniti, che si batte per l'eliminazione della pena capitale nel mondo.

Martinez, che in mattinata incontrerà anche i ragazzi del liceo “Bruno”, parlerà della sua vita, della falsa accusa di un doppio omicidio, dei 37 mesi nel braccio della morte in Florida e infine della scarcerazione, dopo la dimostrazione della sua innocenza.

Nel 2002 la Comunità di Sant'Egidio ha lanciato la prima Giornata mondiale delle “Città per la vita, Città contro la Pena di morte” scegliendo la data del 30 novembre per ricordare la legge che per prima abolì la pena di morte: quella del Granducato di Toscana, il 30 novembre 1786.

Oggi sono 1527 le città che prendono parte a questa mobilitazione, tra cui 69 capitali nei cinque continenti, dando vita a iniziative culturali e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, sostenute e organizzate in sinergia con la Comunità di Sant’Egidio e associazioni ad essa collegate, in Italia e in altri Paesi.

Le sere del 29 e 30 novembre inoltre la Torre di Mestre verrà illuminata come segno di adesione alla campagna contro la pena di morte.


VIOLENZA SULLE DONNE - Il comitato "Senonoraquando" di Venezia sarà in piazza Ferretto, venerdì 30 novembre dalle 16, in conclusione del mese dedicato alle iniziative contro la violenza maschile contro le donne con un flash mob. Verranno chiamati i nomi delle 115 donne uccise dall’inizio dell’anno per mano di uomini che hanno o  hanno avuto relazioni affettive con loro e verrà deposta una candela nella fontana della piazza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento