menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Elettrodotti, archivio

Elettrodotti, archivio

Cavo dell'elettricità Dolo-Camin, Regione e sindaci per definire l'interramento

«Obiettivo: dare servizi efficienti a cittadini e imprese garantendo la tutela dell’ambiente»

L'interramento dell'elettrodotto Dolo-Camin ha impegnato a Venezia martedì l'assessore regionale allo Sviluppo economico Roberto Marcato e i sindaci dei territori, veneziani e padovani. I Comuni a cavallo delle province sono interessati dall'opera per cui è stato approvato, il 28 dicembre 2018, e stipulato, il 21 gennaio successivo, un protocollo d’intesa tra Regione e Terna Spa che ha confermato l'impegno per studiare, in un percorso di dialogo e progettazione partecipata, le migliori soluzioni realizzative dell’opera.

Efficienza e ambiente

«Una delle sfide della pianificazione in campo energetico, in cui la crescita economica si coniuga con la sostenibilità ambientale – ha spiegato l’assessore Marcato -. Ho ritenuto di incontrare i primi cittadini dei comuni interessati affinché sia garantita la massima partecipazione. Ho chiesto a tutti di lavorare insieme per un unico obiettivo comune che, innanzitutto, è quello di fornire servizi ai cittadini e alle imprese, garantendo l’efficienza energetica con adeguati impianti e la tutela dell’ambiente».

Sicurezza

Il cavo di conduzione di energia elettrica a 380 kV (ad alta tensione che fa parte della rete di trasmissione), fino a oggi aereo, sarà sotterraneo, riducendo l’impatto paesaggistico e aumentando le condizioni di efficienza e di sicurezza. L’incontro ha avuto lo scopo di mettere le basi per la condivisione e la definizione del tracciato. «La definizione degli interventi è previsto avvenga in stretta e piena partecipazione delle amministrazioni locali e della popolazione».

Trasmissione, distribuzione, vendita

La trasmissione dell'energia elettrica su lunghe distanze è gestita da un unico operatore (Terna), per la distribuzione di energia elettrica fino agli utenti finali sono presenti numerose società. In ciascuna area la distribuzione viene data in concessione ad un unico operatore, mentre l'attività di vendita di energia è lasciata in capo a venditori diversi. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Perseguita e minaccia la ex per mesi, arrestato un 49enne

  • Favaro Veneto

    Bimba di sei anni cade nel vano dell'ascensore, ferita

  • Incidenti stradali

    Schianto in A4, morto un automobilista

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento