rotate-mobile
Cronaca Mestre Centro / Via Terraglio, Mestre (VE)

Ladri a Villa Salus, spariscono sonde per oltre 100mila euro

La denuncia del direttore sanitario della clinica privata convenzionata: il furto di cinque colonscopi e tre gastroscopi è avvenuto giovedì notte

La crisi aveva già cominciato a colpire prima del proverbiale taglio di fondi statali alle strutture private convenzionate. Ora mancavano solo i furti di attrezzatura essenziali per gli esami. Dalla sede di Villa Salus, sul Terraglio, sono spariti tre sonde per la gastroscopìa e cinque colonscopi per un danno che per ora ammonta ad oltre 100mila euro. I ladri avrebbero così decimato le apparecchiature, risparmiando solo quella che era in riparazione e che per ovvi motivi non sono riusciti ad arraffare.

La denuncia è stata avviata venerdì mattina, dopo che il direttore sanitario della struttura ne aveva preso conoscenza. A seguito del fatto, secondo quanto riporta la Nuova, i disagi sono stati molteplici: alcuni pazienti che avevano già fissato le visite sono stati rimandati a casa, senza esami, mentre solo un paio sono stati dirottati dall'Asl 12 all'ospedale dell'Angelo. Da una prima indagine della polizia di Mestre, sembra che i ladri si siano intrufolati da una delle porte di emergenza con l'uso di un piede di porco: da lì son passati ai laboratori, scassinando armadi e rubando le confezioni con le attrezzature. Si tratta di sonde allestite con una piccola telecamera per "fotografare" le situazioni dei pazienti all'interno del corpo. Oggetti costosi ma di facile trasporto, che potrebbero essere rivenduti oltre il confine, a laboratori clinici dell'Est Europa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri a Villa Salus, spariscono sonde per oltre 100mila euro

VeneziaToday è in caricamento