rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Tessera / Viale Galileo Galilei, 30/1

Quando l'aereo atterra scattano i borseggi all'aeroporto, denunciato

Un 39enne kosovaro è stato incastrato dalle telecamere del Marco Polo. Aveva derubato una donna. Addebitati a lui una decina di colpi

La sua era una faccia conosciuta dagli operatori dell'aeroporto. Tanto che quando il suo volto è stato immortalato dalle telecamere del sistema di videosoreglianza non ci sono stati dubbi. Era lui. H.B., 39enne kosovaro. "Manolesta" di lungo corso. Il borseggiatore, con una sfilza di precedenti specifici per furto, il 22 gennaio si è reso responsabile dello scippo della borsa ai danni di una donna che nell'area "arrivi" stava noleggiando un'automobile al box dedicato.

Subito dopo la vittima ha presentato denuncia negli uffici della polizia di frontiera. A quel punto le forze dell'ordine hanno "scandagliato" frame per frame le immagini del sistema di videosorveglianza. Finché non hanno individuato il ladruncolo aggirarsi come se nulla fosse nell'area arrivi. Poi il blitz. In pochi istanti si avvicina al suo obiettivo e lo deruba. Per poi andarsene. Il tutto sotto l'occhio vigile della telecamera.

A questo punto è bastato inserire nome e cognome nel database per capire che il 39enne alloggiava in una struttura ricettiva veneziana. All'interno della sua stanza i poliziotti si sono imbattuti non solo nella refurtiva dell'ultimo colpo, ma anche a gioielli, portafogli e borse che potrebbero essere collegati a una decina di altri colpi perpetrati sempre al Marco Polo. Scorribande compatibili con la struttura fisica e il modus operandi del 39enne, denunciato per furto aggravato e continuato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando l'aereo atterra scattano i borseggi all'aeroporto, denunciato

VeneziaToday è in caricamento