menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I prodotti sequestrati

I prodotti sequestrati

"Carenze igieniche in cucina e pesce non tracciato": due ristoranti di Chioggia nei guai

I recenti controlli dei carabinieri e dell'Ulss 3 hanno messo nel mirino un paio di locali del centro storico. Sequestrati 50 chili di pesce e molluschi. Sanzioni totali per 4mila euro

Pesci e molluschi da cui era impossibile ricostruire la filiera, con in più problemi di pulizia in cucina. Due locali pubblici del centro storico di Chioggia, secondo una nota dei carabinieri, sono finiti nei guai nei giorni scorsi. Comminate sanzioni per 3mila euro, cui si aggiunge un'altra multa da mille euro per il "mancato rispetto dei requisiti minimi in materia igienico-sanitaria". Gli accertamenti sono stati eseguiti dai militari della motovedetta CC 803 assieme ai tecnici dell'Ufficio di prevenzione dell'Ulss 3 del distretto di Chioggia. 

Nel mirino sono finiti soprattutto i 2 bar-trattoria poi sanzionati: assieme ai titolari, tutti chioggiotti, sono stati ispezionati i frigoriferi e i congelatori utilizzati. Carabinieri e sanitari si sarebbero imbattuti in entrambi gli esercizi in prodotti ittici di varie specie e in molluschi privi di etichettatura. Impossibile stabilire da dove provenissero, anche perché non c'era nemmeno la documentazione cartacea di tipo fiscale e amministrativo per rendere trasparente la filiera. 

Inevitabile il sequestro di 50 chili di prodotto (dal valore commerciale di circa 500 euro). I titolari sono stati multati con 3mila euro. Ma nel mirino delle forze dell'ordine e degli ispettori sanitari sono finite anche alcune presunte carenze igieniche in cucina, dovute a una scarsa pulizia del locale e degli attrezzi utilizzati per la preparazione dei piatti. Per questo i gestori dovranno pagare un'altra sanzione di mille euro. 

Durante un altro accertamento, il proprietario di un ristorante, sempre del centro clodiense, è stato invece multato per la mancanza del manuale di autocontrollo Haccp, obbligatorio per gli operatori del settore alimentare. Per questo motivo è scattata una sanzione da 2mila euro. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento