menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Nido chiuso per zona rossa, il Comune di Musile paga la retta

Un aiuto a favore sia dei genitori, sia della struttura. Il contributo è di 9 mila euro

Sarà a carico dell’amministrazione comunale di Musile di Piave la retta a favore del Centro Baby, struttura per l’infanzia che, come le altre, è rimasta chiusa a causa delle restrizioni anti Covid. La giunta comunale, nell’ultima seduta, ha deciso di versare alle casse della struttura la somma che altrimenti avrebbe gravato sulle famiglie.

Un intervento, per il sindaco Silvia Susanna, che favorisce «da una parte le famiglie, che in questo periodo non hanno potuto usufruire del Centro Baby, e dall'altra la struttura, che si trova comunque a far fronte alle spese di gestione. Ci auguriamo - conclude il sindaco - che questa sia l’ultima chiusura e che con la riapertura del prossimo 7 aprile si possa iniziare un periodo che ci conduca a una serena normalità». La cifra a carico della città di Musile si aggira attorno ai 9mila euro.

«Nonostante la chiusura sia durata, fortunatamente, 2 settimane», spiega l'assessore ai servizi sociali, Francesca Simiele, «ho proposto di stanziare un contributo che possa venire incontro alle famiglie dei piccoli iscritti al Centro Baby. È necessario ricordare che vi è la possibilità di chiedere i ristori previsti dalla normativa ma questo nostro intervento è un ulteriore supporto che l’amministrazione intende erogare in questo momento di emergenza ai genitori, che dovendo lavorare devono gestire i piccoli a casa. La quota a credito quindi verrà calcolata riproporzionando la quota fissa mensile e verrà scontata dal nido sulla prossima retta».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento