menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La protesta dei lavoratori in marzo

La protesta dei lavoratori in marzo

Doccia fredda per i lavoratori Coin Excelsior, il giudice rifiuta la proroga. "Tanta amarezza"

La proprietà aveva tentato di differire di 6 mesi (o più) lo sfratto dall'immobile veneziano. A fine aprile sentenza sulla data, lunedì incontro in Regione. Si cerca un nuovo stabile

"Delusione e amarezza" per una decisione che, dal punto di vista dei lavoratori, non tiene in considerazione il "fattore umano" in una vicenda tanto delicata. Venerdì mattina il giudice civile ha respinto la richiesta di proroga presentata dalla proprietà di Coin Excelsior Venezia relativa allo sfratto dell'attività al termine del contratto di affitto. Una quindicina i rappresentanti dei dipendenti che hanno ascoltato la sentenza letta al tribunale di Rialto. Con grande disappunto: "Non è uno sfratto qualsiasi, ci sono tante persone che lavorano - spiega Fabio Marchiori (Uiltucs) -. Speravamo che il giudice tenesse conto del fattore umano e occupazionale, ma è andata diversamente".

Incerta la data dello sfratto effettivo

Le motivazioni arriveranno tra 15 giorni, e solo allora Coin deciderà se presentare ricorso. Intanto il conto alla rovescia è partito, anche se c'è un'altra controversia in ballo relativa invece all'impugnamento del termine del 12 aprile intimato dall'ufficiale giudiziario per lasciare lo stabile. Su questo il giudice si esprimerà verso fine mese, il che significa che probabilmente nulla si muoverà davvero fino ad allora. Per i lavoratori può essere importante anche prendere tempo. "L'auspicio - sottolinea Marchiori - è che la proprietà trovi il prima possibile un altro luogo in cui trasferire i negozi".

Incontro in Regione

Intanto lunedì prossimo è previsto un incontro in Regione, alla presenza anche dell'assessore comunale Renato Boraso, da cui si spera possano emergere proposte concrete. La procedura di licenziamento collettivo è già avviata nei confronti dei 30 dipendenti Coin rimasti, a cui si aggiungono quelli dei vari corner. In tutto sono 94 persone coinvolte. I sindacati chiedono, ovviamente, di sapere che fine faranno questi lavoratori, soprattutto se ci sarà modo di riassorbirli e dove.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Perseguita e minaccia la ex per mesi, arrestato un 49enne

  • Favaro Veneto

    Bimba di sei anni cade nel vano dell'ascensore, ferita

  • Incidenti stradali

    Schianto in A4, morto un automobilista

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento