Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca Via Giacomo Matteotti

Nessun ordigno bellico, il cimitero di Spinea riapre i battenti

L'esercito questa mattina, mercoledì 7 agosto, al camposanto di via Matteotti per le verifiche: il pezzo in questione faceva parte di un mezzo meccanico

Sindaco e carabinieri al cimitero di Spinea

Nel rischio, meglio verificare. L'esercito questa mattina, mercoledì 7 agosto, era al cimitero di via Matteotti a Spinea, per occuparsi del frammento bellico ritrovato nei giorni scorsi. Le verifiche dei militari hanno portato alla luce una natura diversa dell'oggetto in questione, come precisato dal sindaco Martina Vesnaver sulla pagina del profilo Facebook. Si trattava di un pezzo di mezzo meccanico che poteva certamente indurre in errore come è accaduto. Il camposanto, una volta rimosso il frammento, ha riaperto i battenti.

oggetto-3

La segnalazione

«La segnalazione era stata fatta da un ex artificiere, quindi è stata trattata con la dovuta cautela - il commento di Vesnaver -. La zona è agibile e accessibile. Ringraziamo l'esercito per il pronto intervento, grazie al quale il disagio è stato ridotto il più possibile».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun ordigno bellico, il cimitero di Spinea riapre i battenti

VeneziaToday è in caricamento