menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Unicef "premia" l'Angelo: l'ospedale di Mestre riconosciuto "amico dei bambini"

La cerimonia è andata in scena martedì mattina al Padiglione Rama di Mestre. Grande soddisfazione per il dg Dal Ben: "Fieri di aver meritato questo titolo"

L’ospedale dell’Angelo è “ospedale Amico dei Bambini”. Il riconoscimento è stato conferito dall’Unicef al presidio di Mestre (al termine di un protocollo di verifica delle caratteristiche operative nel settore materno infantile) nel contesto del progetto regionale “Ospedale e Comunità Amici dei Bambini”. La cerimonia si è svolta martedì mattina al Padiglione Rama, alla presenza del direttore generale dell’Ulss 3 Giuseppe Dal Ben.

“Tra i tanti riconoscimenti che un ospedale può conquistare, quello di essere un ‘ospedale amico dei bambini' riempie particolarmente di orgoglio - ha detto Dal Ben - Siamo doppiamente fieri, perché sappiamo di aver meritato questo titolo, e perché sappiamo che a certificare la nostra ‘amicizia’ verso i bambini è un ente di autorevolezza assoluta come l’Unicef”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Oggi l’ospedale dell’Angelo - ha continuato il dg - dò piena applicazione alle indicazioni dell’Oms, la quale raccomanda che i bambini siano allattati al seno in maniera esclusiva fino al compimento del sesto mese di vita, e che il latte materno rimanga il latte di prima scelta anche dopo l’introduzione di alimenti complementari, fino a due anni di vita e oltre, e comunque finché madre e bambino lo desiderino”.

Nella stessa occasione è stato sottoscritto con Unicef Italia un nuovo protocollo d’intesa per la protezione, la promozione e il sostegno dell’allattamento, per la salute materno infantile e per il sostegno alla genitorialità, che modifica e aggiorna quello siglato nel 2004. “Questo progetto che Unicef promuove in tutto il mondo – ha detto l’assessore regionale alla Sanità – è uno strumento di eccellenza per la promozione dell’allattamento al seno, ma anche per la riorganizzazione dell’assistenza attorno alle mamme, i bambini e i loro papà".

Nello specifico, l’impegno si concretizza nel far crescere l’iniziativa “Insieme per l’allattamento: ospedali e comunità amici dei bambini” con particolare attenzione a proteggere le famiglie dal marketing dei sostituti del latte materno e degli alimenti per la primissima infanzia attraverso un più efficace rispetto del codice internazionale che regolamenta il tema; mantenendo monitorati i dati sulle azioni di salute promosse nel programma Genitori Più; sostenendo, attraverso campagne informative a livello regionale, la diffusione delle corrette e aggiornate informazioni sulle malattie infettive al fine di mantenere alta la percezione del rischio e l’importanza delle pratiche di prevenzione vaccinale, per il sostegno delle coperture vaccinali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento