menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Alessandra Angelini

Foto di Alessandra Angelini

Carnevale, rive assaltate e subito caos: "In balia di noi stessi, prigionieri nella nostra città"

Non si spegne l'eco delle polemiche per i disagi di sabato a Cannaregio: "Bloccati a lungo, piazza San Carlo non ha insegnato nulla?". I turisti: "Venezia a Carnevale? Mai più"

"In balia di noi stessi. Imbottigliati in lista di Spagna. Piazza San Carlo non ha insegnato nulla?". Non si spegne l'eco delle proteste per i disagi che si sono verificati sabato in occasione dell'inaugurazione del Carnevale a Cannaregio. Per undicimila persone è stato uno spettacolo da sogno, tra luci e colori che si sono riflessi sull'acqua. Per altre migliaia si è rivelato un tardo pomeriggio decisamente da dimenticare, tra turisti che hanno dichiarato che a Venezia a Carnevale "non ci torneremo mai più".

E' stato grande spettacolo a Cannaregio - VIDEO

"Prigionieri nella nostra città"

A tenere banco sono stati anche i tanti residenti che di fatto sono rimasti "prigionieri" della folla bloccata ai varchi per via del numero chiuso: già poco dopo le 17 la situazione era diventata ingestibile. Un muro di persone in lista di Spagna e anche sul versante del Ghetto, dove peraltro erano in corso le celebrazioni del giorno della Memoria. Se non si aveva la carta d'identità e non si poteva dimostrare di risiedere tra le calli interdette, niente lasciapassare. "Noi non siamo riusciti a tornare a casa - dichiara Francesca - Vergogna! Nemmeno liberi nella nostra città".

VeCircOnda - Carnevale di Venezia 2018 from Andrea Rizzo on Vimeo.

La rabbia si riversa sui social

L'elenco delle doglianze è lungo: "Da strada nuova a piazzale Roma un'ora e mezza - sottolinea Giulia - Uno che lavora tutto il giorno non riesce nemmeno a tornare a casa. Gente che si prende a pugni pur di passare. Vergognoso". Sara guarda anche al passato: "Com'è che ogni volta che c'è una festa a Venezia c'è il bordello più assoluto - afferma - bisognava avere Venezia a numero chiuso per i turisti. Troppa confusione e nessun rispetto per la città". Roberta taglia corto: "Da aver paura", dichiara, mentre Giulia descrive così la stuazione: "Difficile transitare? Direi impossibile!". Per Flavia una brutta esperienza: "Ero a Cannaregio e ancor prima dell’inizio me ne sono andata via - spiega - Per me troppa gente e un attacco di panico. Il prossimo anno non credo ci andrò anche se, a onor del vero, quest’anno era organizzato un po’ meglio (le vie di uscita che erano ben segnate).

turisti notte venezia carnevale-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Lanzarin: «Indice Rt in Veneto a 0,95, vicino alla zona arancione»

  • Cronaca

    Finto idraulico truffava le vittime con il pos: arrestato

  • Attualità

    La Fimmg contraria ai vaccini in farmacia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento