Carnevale, rive assaltate e subito caos: "In balia di noi stessi, prigionieri nella nostra città"

Non si spegne l'eco delle polemiche per i disagi di sabato a Cannaregio: "Bloccati a lungo, piazza San Carlo non ha insegnato nulla?". I turisti: "Venezia a Carnevale? Mai più"

Foto di Alessandra Angelini

"In balia di noi stessi. Imbottigliati in lista di Spagna. Piazza San Carlo non ha insegnato nulla?". Non si spegne l'eco delle proteste per i disagi che si sono verificati sabato in occasione dell'inaugurazione del Carnevale a Cannaregio. Per undicimila persone è stato uno spettacolo da sogno, tra luci e colori che si sono riflessi sull'acqua. Per altre migliaia si è rivelato un tardo pomeriggio decisamente da dimenticare, tra turisti che hanno dichiarato che a Venezia a Carnevale "non ci torneremo mai più".

E' stato grande spettacolo a Cannaregio - VIDEO

"Prigionieri nella nostra città"

A tenere banco sono stati anche i tanti residenti che di fatto sono rimasti "prigionieri" della folla bloccata ai varchi per via del numero chiuso: già poco dopo le 17 la situazione era diventata ingestibile. Un muro di persone in lista di Spagna e anche sul versante del Ghetto, dove peraltro erano in corso le celebrazioni del giorno della Memoria. Se non si aveva la carta d'identità e non si poteva dimostrare di risiedere tra le calli interdette, niente lasciapassare. "Noi non siamo riusciti a tornare a casa - dichiara Francesca - Vergogna! Nemmeno liberi nella nostra città".

VeCircOnda - Carnevale di Venezia 2018 from Andrea Rizzo on Vimeo.

La rabbia si riversa sui social

L'elenco delle doglianze è lungo: "Da strada nuova a piazzale Roma un'ora e mezza - sottolinea Giulia - Uno che lavora tutto il giorno non riesce nemmeno a tornare a casa. Gente che si prende a pugni pur di passare. Vergognoso". Sara guarda anche al passato: "Com'è che ogni volta che c'è una festa a Venezia c'è il bordello più assoluto - afferma - bisognava avere Venezia a numero chiuso per i turisti. Troppa confusione e nessun rispetto per la città". Roberta taglia corto: "Da aver paura", dichiara, mentre Giulia descrive così la stuazione: "Difficile transitare? Direi impossibile!". Per Flavia una brutta esperienza: "Ero a Cannaregio e ancor prima dell’inizio me ne sono andata via - spiega - Per me troppa gente e un attacco di panico. Il prossimo anno non credo ci andrò anche se, a onor del vero, quest’anno era organizzato un po’ meglio (le vie di uscita che erano ben segnate).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

turisti notte venezia carnevale-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento