rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Cavallino-Treporti

"Pesca grossa" della Finanza: 150 chili di pesce sequestrati al Cavallino

Una motovedetta dele Fiamme Gialle ha sorpreso due pescherecci chioggiotti mentre avevano calato una rete a strascico a meno di due miglia dalla costa. Il carico requisito in beneficenza

Sorpresi a meno di due miglia dal litorale del Cavallino mentre pescavano a strascico. "Caccia" poco redditizia lunedì notte per due pescherecci chioggiotti, scoperti da una motovedetta della Finanza in servizio di pattugliamento mentre avevano calato una rete utilizzata a "coppia volante" in un'area non consentita dalle normative europee.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato la rete e, soprattutto, circa 150 chilogrammi di pesce azzurro (alici e sarde) che, dopo aver ottenuto il nulla osta sanitario del Servizio veterinario di Venezia, sono stati devoluti in beneficenza. I comandanti delle due imbarcazioni dovranno pagare una multa di 4mila euro ciascuno.

 

Inoltre, nei confronti di un capobarca, risultato essere socio-armatore di entrambi i pescherecci, è stata contestata anche la violazione della mancata iscrizione sul ruolino di bordo. I controlli delle forze dell'ordine hanno lo scopo di tutelare le risorse biologiche del litorale e, di conseguenza, di contrastare la pesca abusiva sotto costa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pesca grossa" della Finanza: 150 chili di pesce sequestrati al Cavallino

VeneziaToday è in caricamento