menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio internazionale per la sceneggiatura Mattador, focus sui giovani talenti

Nona edizione presentata mercoledì mattina, nell'aula Magna dell'Accademia di belle arti, in onore del giovane artista Matteo Caenazzo, morto di leucemia a 23 anni. Premi fino a 5 mila euro

Occhi puntati sui giovani talenti mercoledì mattina, alla presentazione della nona edizione del Premio internazionale per la sceneggiatura Mattador, nell'aula Magna dell'Accademia di belle arti, a Venezia. 

Torna il premio Mattador all'Accademia: 5 mila euro alla migliore sceneggiatura  

Memoria e futuro

L'iniziativa, nata per ricordare il giovane artista Matteo Caenazzo, morto di leucemia a soli 23 anni, ha l'obiettivo di far emergere e valorizzare nuovi talenti dai 16 ai 30 anni, a cui verrà data la possibilità di sviluppare i loro progetti insieme a tutor professionisti, formando futuri sceneggiatori e registi. Il concorso mette in palio 5000 euro per la miglior sceneggiatura e 1500 per il miglior soggetto, oltre ai vari percorsi formativi che sono da sempre la caratteristica qualificante del Premio. C'è tempo sino al 15 aprile per l'invio dei lavori: la premiazione avverrà invece il 17 luglio, nelle Sale Apollinee del teatro La Fenice.

La consigliera comunale, Deborah Onisto, ha preso parte alla presentazione. All’incontro, coordinato da Riccardo Caldura, docente di Fenomenologia delle Arti Contemporanee all’Accademia di Venezia, e membro del Comitato consultivo di Mattador, sono intervenuti inoltre Fabrizio Borin, docente di Storia del Cinema all’Università Ca’ Foscari e direttore artistico del Premio Mattador, e la vicepresidente dell’Associazione Mattador, Laura Modolo.

'Terreno fertile per l'arte'

“Venezia - ha sottolineato Onisto nel portare i saluti dell'amministrazione comunale - non è soltanto il fondale perfetto per tante storie, è essa stessa parte attiva, co-protagonista, con le sue tante anime, dei racconti che il cinema qui realizza. Il fertile terreno che la nostra città offre alle arti produce ogni anno importanti opere ma, in questo caso, offre una ribalta speciale ai giovani e alla loro espressione. Ecco allora che, in nome di Matteo Caenazzo, giovane talento troppo presto scomparso, si offre ai giovani la possibilità di sperimentare le proprie intuizioni, di dare seguito alle proprie idee costruendo un racconto intorno ad un progetto”. Lodando il desiderio di mettersi alla prova dei giovani talenti, e insieme la competenza e la disponibilità offerte dalle strutture del premio, Onisto ha poi concluso il suo intervento facendo gli auguri ai partecipanti alla nuova edizione del Premio Mattador, “perché con le loro opere raggiungano non soltanto il successo personale ma aggiungano nuovo prestigio a questa meritevole Istituzione”.

Premiazione

Nel corso dell’incontro si è svolta inoltre la cerimonia di premiazione degli autori selezionati all’ottava edizione di Mattador: al miglior Sviluppo del Soggetto della Borsa di formazione Mattador, coordinata dallo sceneggiatore e regista Andrea Magnani, tutor lo sceneggiatore Vinicio Canton e lo sceneggiatore e script doctor Alejandro De La Fuente; al miglior Sviluppo della Sceneggiatura disegnata della Borsa di formazione Dolly, curata da Stefano Basso, sviluppo progetti Fandango, e Stefano Bessoni, regista, illustratore, insegnate di animazione stop-motion, tutor il concept designer, Daniele Auber. Per ulteriori informazioni: www.premiomattador.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento