menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro per 82 disoccupati. Parte il progetto in Riviera e nel Miranese

Caritas e 16 Comuni fanno rete: 82 persone senza lavoro e senza ammortizzatori sociali saranno impiegate in vigilanza e manutenzioni

Una grande rete di solidarietà che coinvolge 16 Comuni della Riviera e del Miranese, assieme a Caritas e ad alcune cooperative sociali. La finalità? Consentire a 82 disoccupati di essere impiegati in lavori di pubblica utilità. Come riporta la stampa locale, il protocollo è stato firmato ufficialmente martedì mattina nella sede della Banca Santo Stefano di Martellago. L’esperienza è partita tre anni fa ed è cresciuta di anno in anno, il Comune capofila del progetto è quello di Pianiga e ognuno potrà decidere come impiegare i lavoratori.

Si tratta di persone over 35 senza lavoro e senza alcun tipo di ammortizzatore sociale, sono state individuate tra le persone in difficoltà segnalate dai Servizi Sociali e dagli Sportelli Lavoro dei vari Comuni. A Mirano si parte mercoledì, con cinque vigilanti nei parcheggi del centro storico per contrastare l’annoso fenomeno dei posteggiatori abusivi. In altri Comuni si penserà alla pulizia dei parchi, alla sistemazione delle scuole o ad altre piccole manutenzioni.

Alla base c'è un sostanzioso finanziamento di un bando regionale. I lavoratori saranno impiegati per circa 20 ore alla settimana e avranno un compenso che mediamente potrebbe aggirarsi sui 600 euro, lavoreranno fino a maggio e sono tutti diversi rispetto a chi ha lavorato per lo stesso progetto la scorsa primavera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento