menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sempre più prostitute a Musile, i residenti: "Non ne possiamo più"

Le famiglie alzano la voce contro la presenza di ragazzine sulla Statale 14, anche in pieno giorno. Tanti i clienti, arrivano da tutta la provincia

Aumentano le prostitute e cresce la rabbia dei residenti, che ora non ne possono davvero più. Malumore alle stelle contro le “lucciole” sulla Statale 14 a Musile, gli abitanti del villaggio “Al Bosco” alzano la voce: “Quella delle prostitute sotto casa è una situazione fastidiosa per tutti, anche e soprattutto per i bambini”. Come riporta Il Gazzettino, molti residenti si interrogano pure sulla reale età delle ragazze visto che a loro dire alcune sembrerebbero davvero giovanissime.

Da tempo su quello si appostano due ragazze di nazionalità romena e una proveniente dal Camerun, ma negli ultimi giorni se ne sono aggiunte altre tre probabilmente di origine rom. Si piazzano sulla piazzola esterna di alcune aziende nella zona industriale di Musile, e vi passano tutta la notte.

Alcune di loro sono presenti pure in pieno giorno, ed è questo uno degli aspetti che dà maggiormente fastidio ai residenti. Ad alzare la voce non sono solo le famiglie che vivono a pochi passi dalla statale ma pure alcuni commercianti della zona, soprattutto un ristoratore che ogni sera accoglie parecchie famiglie. Il viavai di auto provenienti da Mestre e da San Donà per caricare le prostitute continua, intanto la gente del posto è tornata a farsi sentire con le forze dell’ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'Rt in Veneto sale a 0,91, le richieste di Zaia oggi al Governo

  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento