rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Raffica di furti in tram, il Comune potenzia i controlli sui mezzi

Boraso: «Saranno concentrati nelle ore di punta. Intanto raccomando ai cittadini la massima attenzione»

Allarme furti sul tram, un'escalation preoccupante. Tante, troppe le segnalazioni dei passeggeri e degli ispettori Actv a bordo del siluro rosso negli ultimi giorni, tanto da far scattare la decisione del Comune di chiedere un potenziamento dei controlli. A parlarne è l'assessore comunale alla Mobilità, Renato Boraso. «Saranno concentrati soprattutto nelle ore di punta, a bordo e nelle fermate, e potranno avvenire in ogni momento», spiega.

«Parliamo di uno dei reati più odiosi - dice l'assessore - ormai la situazione è intollerabile. Abbiamo a che fare con persone che si muovono sui tram, in mezzo alla gente, in maniera repentina e silenziosa. Salgono a Venezia e quando sono arrivati in Piazzale Cialdini a Mestre hanno già fatto razzia. Raccomando ai cittadini - il suo appello - la massima attenzione quando ci si trova a bordo dei mezzi pubblici». L'allarme per la recrudescenza di fatti criminali in centro storico è partita in contemporanea con il ritorno dei flussi turistici in città, alla fine dell'emergenza Covid. È allora che sono tornati in maniera propotente i borseggiatori, come nel 2019, gli scatolettisti, i truffatori delle cartelline per la raccolta fondi per presunti scopi umanitari. «Ora che sono state rafforzate le pattuglie a terra ed è più difficile agire per i malviventi, vengono presi di mira i mezzi pubblici», afferma l'assessore.

Numerosi gli episodi registrati e denunciati dai gruppi di cittadini, come quelli "Non distratti", e quelli rilevati dalle forze dell'ordine. Il Comune in vista di questo nuovo allarme ha deciso di scendere in campo. «Sono 290 le borseggiatrici fermate da gennaio in centro storico. Tutte rimesse in libertà. Minorenni o incinta non possono essere trattenute per la legge attuale. Sulla sicurezza occorre una stretta», afferma l'assessore Boraso. Intanto il Gruppo Avm Actv che ha segnalato l'emergenza alla polizia locale, nei mesi scorsi, come negli anni prima del Covid, aveva lanciato una campagna di sensibilizzazione per mettere in guardia sul pericolo di furti a bordo dei mezzi e raccomandare una maggiore attenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di furti in tram, il Comune potenzia i controlli sui mezzi

VeneziaToday è in caricamento