Halloween alcolico: otto giovanissimi ubriachi in ospedale, tre minorenni in coma etilico

È il bilancio della serata di martedì nel Miranese: i ragazzi, tutti provenienti dalla stessa serata, sono stati portati al pronto soccorso di Mirano dove sono intervenuti i carabinieri

Hanno alzato troppo il gomito e le conseguenze per loro sono state pesanti: in otto (tre minorenni sui 16 anni) sono finiti al pronto soccorso dell'ospedale di Mirano dopo aver assunto alcol in quantità esagerate nel corso di una festa di Halloween, nella notte tra martedì e mercoledì. Tutti provenivano dallo stesso locale, ossia il Night and Day di via De Pol a Noale. O meglio, i giovanissimi non sarebbero nemmeno entrati nella discoteca, secondo quanto ricostruito dai gestori, ma si sarebbero ubriacati all'esterno. Venendo soccorsi nel parcheggio dallo staff sanitario presente per prevenire problemi di questo tipo.

Tre minorenni in coma etilico

I minorenni, praticamente in coma etilico, sono stati trasportati in ospedale dall'ambulanza dei volontari della Croce Rossa, accompagnati dagli amici. Si sarebbe trattata di una comitiva piuttosto numerosa: in tutto 8 sarebbero stati i giovani in stato d'ebbrezza. Per 3 di questi le condizioni si sono rivelate più preoccupanti, sfiorando la soglia del coma etilico. Nelle ore successive, dopo le cure del caso, sono stati dimessi, fortunatamente senza grosse conseguenze. Del fatto sono stati informati i carabinieri, intervenuti nel pronto soccorso per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Il gestore del Night and Day: "Molto amareggiato"

"Sono molto amareggiato - dichiara Massimiliano Francescato, gestore del Night and Day - Perché stiamo facendo ogni sforzo per evitare questo fenomeno che appare sempre più esteso. I ragazzi non sono mai entrati nel locale e sono stati soccorsi dal personale sanitario presente nel parcheggio. Predisponiamo sempre uno staff apposito, con in più 3 operatori che controllano il parcheggio per evitare che i ragazzi bevano all'esterno. Sono stato informato dell'accaduto e mercoledì mattina mi sono recato anche dai carabinieri. Oltre alle iniziative di sensibilizzazione, abbiamo deciso di anticipare di un'ora l'orario in cui smettiamo di servire alcolici e in più ne abbiamo incrementato il costo per evitare problemi. Poi, però, se si ubriacano all'esterno non possiamo evitarlo al cento per cento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ubriachi a Mestre e Venezia

Alcuni casi simili sono stati registrati anche a Mestre, ma separati tra loro. A Venezia, invece, sono giunte alle centrali operative dei carabinieri e della polizia diverse segnalazioni di ubriachi, ma non si sarebbero registrati episodi di rilievo. Sempre martedì sera, a Mirano, i militari dell'Arma sono invece intervenuti anche per tre cassonetti dati alle fiamme: si cercano i responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

  • Scomparso da tre giorni, trovato nel canale senza vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento