Novità all'ospedale di Jesolo: introdotta nuova apparecchiatura a raggi X non invasivi

La macchina è entrata in funzione da pochi giorni nella radiologia dell’ospedale locale ed è una novità assoluta perché in precedenza questo esame non è possibile all’Ulss4

Si chiama densitometria Dexa ed è un esame radiologico non invasivo utilizzato per misurare la densità o massa ossea. La tecnica Dexa prevede l’impiego dei raggi X a bassissima radiazione per fornire un esame estremamente preciso.

La nuova apparecchiatura

La nuova apparecchiatura è entrata in funzione da pochi giorni nella radiologia dell’ospedale di Jesolo ed è una novità assoluta perché in precedenza questo esame non era possibile all’Ulss4. Stamane il direttore generale Carlo Bramezza e il direttore della radiologia, Giancarlo Addonisio, hanno “testato” con mano la novità. «Il funzionamento è semplice- spiega il dottor Addonisio -  il fascio di raggi x emesso dal braccio superore dell’apparecchiatura interagisce con l’osso e permette, attraverso l’impiego di un sofisticato software, di calcolare la quantità dell’osso che si sta esaminando». Il dottor Addonisio spiega anche l’importanza di questo esame: «Serve in particolare alle donne in menopausa, con menopausa precoce, o a donne a cui è stata indotta una menopausa, perché riusciamo a valutare e a quantificare il grado di osteoporosi, cioè il grado di riassorbimento dell’osso, che entro certi limiti è una situazione fisiologica, in altre condizioni può invece diventare un problema perché espone precocemente la donna a ricorrenti fratture, anche in seguito a traumi lievi».

L'esame

La densitometria all’ospedale di Jesolo quantifica dunque il livello di osteoporosi e acconsente il monitoraggio dell’andamento delle terapie dopo l’insorgenza della stessa. L’esame ha una durata di 20-25 minuti e non provoca alcun stress al paziente dato che non necessita di particolari preparazioni: l’utente che deve “solo” distendersi, vestito. «Un investimento di circa 77 mila euro rivolto in particolare alle donne del nostro territorio – aggiunge  il dg Bramezza - . Come collocazione è stato scelto l’ospedale di Jesolo perché qui c’è la radiologia del mare, del sole, elementi importanti per il benessere delle ossa. E’ uno strumento nuovo che diamo alla radiologia dottor Addonisio e ai suoi operatori, pertanto si qualifica ancor di più questa unità operativa e ma in particolare si va ad ampliare le attività a favore della nostra popolazione»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Incidente mortale di Eraclea, il motociclista aveva bevuto

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento