Rapina a San Donà: punta pistola alla cassiera, bottino di 200 euro

La segnalazione è partita intorno alle 18.30 di giovedì, al negozio Tigotà di via Noventa: l'uomo è entrato con il volto parzialmente coperto da una sciarpa

Tutto nel giro di pochi secondi: nel tardo pomeriggio di giovedì, poco prima dell'orario di chiusura, nel negozio Tigotà di San Donà di Piave entra un uomo con il volto parzialmente travisato da una sciarpa. Si dirige dritto verso la cassa e, pistola alla mano, aggredisce la commessa intimandole di consegnargli tutti i soldi.

La donna, minacciata, non può far altro che eseguire quanto richiesto, consegnando all'uomo un incasso di circa 200 euro. Appena entrato in possesso del denaro, il malvivente si dilegua: secondo le testimonianze l'uomo si sarebbe allontanato a piedi, anche se con ogni probabilità c'era un complice ad aspettarlo poco distante, con un'auto pronta alla fuga. Facile anche che la pistola agitata davanti alla commessa fosse finta, ma per lei non era il caso di verificarlo.

Coloro che hanno assistito alla scena non hanno riferito di accenti particolari. Sul posto, allertati, sono arrivati i carabinieri della compagnia di San Donà. Nessuna traccia, però, né del rapinatore né dell'eventuale complice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento