Si preparava a colpire a San Donà, in manette ex della Mala del Brenta

G.L. era l'ultimo componente di una banda che assaltava orafi, banche e uffici postali in Veneto ancora in libertà. E' stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Padova

Era l'ultimo componente di una banda che in passato aveva imperversato nel Veneto tra gioiellerie e uffici postali ancora in libertà. Lui, G.L., 62enne residente ad Albignasego, dopo la raffica di arresti di tre mesi fa e il suo passato nella Mala del Brenta di Felice Maniero aveva ancora scelto il malaffare. L'unico a sfuggire agli uomini della squadra mobile di Padova, che, con appostamenti e indagini, era riuscita a sventare un assalto a due orafi di Castelfranco, ammanettando tre dei quattro componenti della banda. Nelle possibilità era ventilato anche il sequestro di persona.

Una banda che con il Veneziano aveva legami forti. Non solo perché anche nella provincia lagunare era pronta a colpire (G.L. è stato visto aggirarsi fuori da un ufficio postale di San Donà), ma anche perché qui c'erano persone pronte ad aiutarli. Specie due titolari (padre e figlio) di una ditta di autodemolizioni di Mestre, denunciati, che permettevano ai malviventi di "far sparire" alcuni pezzi dei veicoli utilizzati per i vari colpi. Altri pezzi invece venivano rivenduti dagli stessi malviventi via web.

A G.L. sono state sequestrate tre auto rubate e del materiale che utilizzava per camuffarsi nel corso dei suoi sopralluoghi. Questo infatti era il suo ruolo principale nella banda: preparare i colpi, capire dove potessero esserci le vie di fuga e predisporre il piano d'azione. L'uomo è stato raggiunto da una misura cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari euganeo Cristina Cavaggion su richiesta del pubblico ministero Federica Baccaglini, che lo accusa di concorso in rapina e riciclaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento