Sospese le rette del nido comunale a Mira

Le educatrici intanto proseguono il lavoro da remoto, predisponendo attività per le famiglie da svolgere con i figli a casa

Il muinicipio di Mira (archivio)

A seguito delle restrizioni adottate per contrastare il Covid-19 - tra cui lo stop di tutte le attività didattiche - la giunta comunale di Mira ha deciso di sospendere il pagamento delle rette a carico delle famiglie per il nido cittadino, con decorrenza dal primo marzo scorso e fino al termine dell'emergenza sanitaria.

La struttura, che si articola in tre sezioni e coinvolge 55 bambini da 0 a 3 anni, solitamente protrae la propria attività fino alla metà del mese di luglio, in collaborazione con la cooperativa Socioculturale. «Poiché il servizio è fermo, abbiamo ritenuto opportuno e doveroso sospendere il pagamento delle rette, adottando un’apposita delibera - spiega l'assessore alle Politiche educative Elena Tessari - In questa situazione così complessa, con i piccoli costretti a restare in casa, la nostra decisione vuole essere un segno di vicinanza e di concreto supporto alle famiglie».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'entità delle rette varia da 200 a 465 euro mensili a seconda delle formule di accoglienza richieste (part time, full time e prolungamento dell'orario) e altre variabili. Mentre il servizio è fermo, le educatrici comunali stanno comunque proseguendo il loro lavoro da remoto, impegnate a predisporre attività ludico-educativo per le famiglie, da svolgere con i figli a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ragazzo di 25 anni si è sparato e ucciso in una palestra di Marghera

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Il Mose evita l'acqua alta a Venezia. Venerdì previsti altri 130 centimetri

  • Nicolò, «atleta e professionista in campo e nella vita». Il ricordo degli amici

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento