menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti pericolosi abbandonati in una delle proprietà dell'Ipab Mariutto, caccia ai colpevoli

Pneumatici, elettrodomestici, onduline di eternit: la direzione ha già presentato due denunce alle forze dell'ordine

Sono già due le denunce, nel giro di qualche mese, che l'Ipab Mariutto di Mirano ha presentato a polizia locale e carabinieri dopo che ignoti hanno scaricato abusivamente materiale di scarto, anche pericoloso per la salute pubblica, come ad esempio onduline di eternit (amianto) all’interno di una delle sue proprietà.

L’abbandono di rifiuti è avvenuto per ben due volte nei terreni in Via Accopè Fratte a Mirano. Lo scorso 1° marzo la direzione era stata avvisata che qualcosa di anomalo si intravedeva all’interno delle proprietà. Immediatamente era stato predisposto un sopralluogo che aveva rilevato l’effettivo abbandono di materiale di scarto come pneumatici, elettrodomestici, pensiline di eternit, sanitari, tutto accuratamente nascosto tra la vegetazione.

Era stata presentata denuncia e contemporaneamente si era provveduto allo smaltimento dei rifiuti ed alla bonifica dell’area. Ciò nonostante, la situazione si è riproposta proprio in questi giorni: grazie alla segnalazione di alcuni abitanti del luogo, l’ente è stato nuovamente informato che dei furgoncini sono stati avvistati in prossimità dei terreni ed in seguito sono ricomparsi rifiuti abusivi. «Di nuovo si è provveduto a denunciare il fatto e si sta provvedendo, sostenendone i costi non certo economici, all’ennesimo smaltimento di rifiuti pericolosi come previsto da normativa vigente - dicono dalla proprietà -. Chiediamo l’aiuto dei cittadini della zona a collaborare, anche nel loro stesso interesse, segnalando alle autorità ogni movimento sospetto per individuare i colpevoli».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento