rotate-mobile
Cronaca Portogruaro

A Portogruaro il sindaco fa marcia indietro sulle dimissioni

Florio Favero ha deciso di continuare a essere il primo cittadino. Pd: «Persa ogni credibilità, non c'è alcun accordo raggiunto né sul rimpasto, né sul programma»

Il sindaco di Portogruaro ha fatto marcia indietro rispetto alle dimissioni da primo cittadino che aveva annunciato subito dopo Ferragosto. A confermarlo è lui stesso. «Sussiste il permanere delle condizioni per procedere all'efficace ed efficiente amministrazione dell'Ente. Revoco le dimissioni presentate il 17 agosto», si legge nella comunicazione alla segreteria del Comune. Nella maggioranza si torna insomma a parlare, in particolare con il gruppo dell'ex sindaco Maria Teresa Senatore. 

L'ombra di un commissario

I nodi al pettine, sulla questione del Bilancio, nell'ultimo periodo avevano messo a dura prova la tenuta dell'amministrazione della città, e la distanza all'interno della maggioranza ha fatto il resto. Tanto che Favero, che ha vinto le elezioni nel 2020, aveva dichiarato: «Non c'è dignità per un'Amministrazione costretta alla ricerca di un continuo equilibrio caratterizzato da personalismi e pressioni anche indebite, a cui non intendo subordinare il mio lavoro e il bene dell'intera città». Ora sembra che le difficoltà possano essere superate, anche per scongiurare il pericolo di un commissariamento che allontanerebbe tutti i progetti e il compimento delle opere che l'amministrazione ha già messo o stava per mettere in cantiere con le rispettive risorse assegnate. Tra questi ci sono ad esempio i lavori di adeguamento della sede dei vigili del fuoco della città del Lemene.

L'opposizione

Duro il commento dell'opposizione. «Il ritiro delle dimissioni del sindaco è una deludente conferma che questa situazione che va avanti dal 28 luglio è una pantomima dai toni ridicolmente tragici», scrive il Pd portogruarese. «Sabato avevamo descritto due possibili scenari per la risoluzione delle dimissioni: conferma o rimpasto di giunta - dice la segretaria di circolo, Silvia Arreghini - Le dichiarazioni di alcuni esponenti politici di maggioranza sembrano farli cadere dalle nuvole. Oggi, quindi, si annuncia una terza possibilità. Il sindaco sembra dire: “scherzetto d'agosto", va tutto bene, permane la governabilità. Il sindaco Favero oggi ha perso definitivamente ogni credibilità, ritirando le dimissioni senza di fatto alcun accordo raggiunto in maggioranza, né sul rimpasto di giunta né sul programma».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Portogruaro il sindaco fa marcia indietro sulle dimissioni

VeneziaToday è in caricamento