San Marco ancora inaccessibile ai turisti con voucher e Skip the Line: «Non fa onore a Venezia»

La denuncia di Silvia Graziani, referente del Veneto per GTI, l'associazione Guide Turistiche Italiane

sarà ancora inaccessibile la basilica di San Marco ai turisti con voucher e formula Skip the Line. «Il turismo va incentivato, non ostacolato. Non è possibile che ad oggi non solo la Basilica di San Marco sia interdetta a chi vuole visitarla in gruppo con la formula"salta la fila" o voucher. Ma soprattutto che gli operatori, quindi noi guide come le agenzie, non sappiano quando e come la situazione sarà definitivamente sbloccata».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non fa onore alla nostra città»

Così Silvia Graziani, referente del Veneto per GTI, l'associazione Guide Turistiche Italiane. A monte sta il nuovo affidamento dei servizi di prenotazione di ingresso alla Basilica: a gennaio infatti, nell'attesa fosse concluso il passaggio di consegne, sono state annullate le visite fino a quel momento prenotate. E sono state 'deviate' a Turive, associazione di cui fanno parte alcune agenzie di Venezia. Un 'intermezzo' repentino e inaspettato che ha lasciato perplessi gli operatori, rimasti senza la prestazione, ma che «si sarebbe potuto sopportare in vista di una soluzione e della ripresa delle attività», rimarca Graziani. «La Procuratoria della Basilica, a mia specifica domanda, ha risposto che a fine marzo sarà comunicato dal loro sito tutto ciò che è relativo alla nuova gestione. Il che non significa - puntualizza - che dal primo aprile sarà tornato tutto alla normalità. E' inammissibile che ad oggi non ci sia dato sapere nulla. Senza indicazioni di sorta non sappiamo dare risposte ai nostri clienti e non possiamo fare alcuna programmazione». La chiosa: «Non fa onore alla nostra città tanta incertezza. Tanto più considerando che la Basilica di San Marco è una delle mete più richieste da italiani e stranieri. Confidiamo la Procuratoria ci dia anticipazione. Lo stallo danneggia il turismo e chi di turismo vive»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

  • Auto fuori strada, morto un uomo

  • Lite finisce nel sangue: 37enne accoltella l'ex suocero

Torna su
VeneziaToday è in caricamento