rotate-mobile
Cronaca Jesolo / Piazza Giuseppe Mazzini

L'estate si avvicina, ma i venditori abusivi giocano d'anticipo a Jesolo

Domenica alcuni vu cumprà in via Bafile avevano messo in bella vista portafogli e borse contraffatte. Il primo sequestro della stagione

Scoppia la primavera e arrivano i primi venditori abusivi nelle località marittime veneziane. Le decine di migliaia di persone che domenica hanno preso d'assalto la Jesolana prima (con code) e Jesolo poi, si sono trovati davanti in via Bafile, soprattutto all'altezza di piazza Mazzini, i "nuovi" abusivi che su alcuni teloni o lenzuoli hanno messo in bella vista portafogli e borse con marchi come Louis Vuitton contraffatti. Non è passato molto tempo che la polizia locale è intervenuta, mettendo in fuga i vu cumprà e sequestrando per la prima volta quest'anno la mercanzia illegale.

Nei guai anche due cittadini di origini slave che sabato sera stavano transitando a bordo di un furgone sulla strada regionale 43. Una pattuglia della polizia locale, dopo aver fermato un autocarro Fiat Iveco, ha accertato che nel cassone posteriore c'era una grande quantità di rifiuti speciali. Quasi mezzo quintale. Materiale ferroso per lo più, per il cui trasporto servono dei permessi specifici. Che i due conducenti non avevano. Di moduli, registri e formulari obbligatori neanche l'ombra. I due ora si vedranno appioppare una multa che va da 2.600 euro a 15.500 euro e per chi si trovava al volante, senza autorizzazioni per il trasporto e per la gestione di questo tipo di rifiuti, c'è il rischio di arresto da tre mesi a un anno o, in alternativa, una ammenda da 2.600 a 26mila euro. Furgone e rifiuti sono stati sequestrati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'estate si avvicina, ma i venditori abusivi giocano d'anticipo a Jesolo

VeneziaToday è in caricamento