rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Spinea

Scritte diffamatorie sulla ex e solvente come minaccia: braccialetto elettronico per un 39enne

L'uomo, del Padovano, non si era rassegnato alla fine della relazione, nata sui social, con una donna residente a Spinea

Non si era rassegnato alla fine della loro relazione, nata sui social network, e ha cominciato a rendere alla ex la vita un inferno. Prima ha bucato le ruote dell'auto della madre, poi ha imbrattato le pareti di casa e di un supermercato poco distante con frasi diffamatorie nei confronti della donna, si è spinto anche a lasciare del solvente sull'uscio di casa come avvertimento. Sabato pomeriggio, i carabinieri di Spinea hanno applicato la misura cautelare del divieto di avvicinamento, con applicazione di braccialetto elettronico, a un uomo di 39 anni, residente in provincia di Padova.

I dispetti sono cominciati lo scorso aprile, e nel corso dei mesi sono diventati sempre più pesanti, anche a danno dei familiari della donna. I carabinieri, raccolta la denuncia della malcapitata e ricostruito un quadro di atti persecutori e stalking, hanno informato l'autorità giudiziaria. Il giudice ha quindi disposto il divieto di avvicinamento per il 39enne, con braccialetto elettronico al polso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte diffamatorie sulla ex e solvente come minaccia: braccialetto elettronico per un 39enne

VeneziaToday è in caricamento