menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una gondola

Una gondola

"Lievitano" le tariffe per la "parada" in gondola sul Canal Grande

Costi "separati" tra residenti e turisti. Dai 50 centesimi attuali con l'Imob se ne pagheranno 70, mentre chi non è della città dovrà sborsare due euro. Un buon sistema per fare foto low cost

Per molti turisti la 'parada' in gondola da una riva all'altra del Canal Grande è un ottimo sistema per fare delle foto ricordo con una spesa di appena 50 centesimi, ma dal primo gennaio la tariffa del traghetto per non residenti e non possessori della tessera Imob sarà quadruplicata, passando a 2 euro. Aumenti anche per i veneziani, 20 centesimi in più.

Le nuove tariffe, che di fatto introducono come per i vaporetti una differenziazione tra residenti o 'pendolari' e non residenti, sono contenute nel nuovo ordinamento per il servizio pubblico di gondola "da parada" che nasce da un accordo tra il comune di Venezia e l'associazione dei gondolieri, rappresentata dal presidente dei bancali Aldo Reato.

"Quello dei traghetti è un servizio essenziale per la città - ha spiegato l'assessore alla Mobilità Ugo Bergamo - in quanto si tratta a tutti gli effetti di un trasporto pubblico legato alle tradizioni di Venezia. Questo cambiamento rappresenta una svolta storica che si è potuta compiere grazie al grande senso di responsabilità dimostrato dalle categorie coinvolte".

Il nuovo ordinamento - ricorda una nota - prevede che il Comune non supporti più economicamente il servizio "da parada" a partire dal primo luglio. Erogherà perciò soltanto metà dei contributi totali previsti ogni anno (quindi circa 300mila euro anziché 600mila) e porterà a termine entro il 31 dicembre di quest'anno la manutenzione di tutti gli stazi e di tutti i mezzi di lavoro e trasporto che, dal primo gennaio 2013 in poi, saranno a carico della costituenda società dei gondolieri titolari dei traghetti.

Le nuove tariffe entreranno in vigore dal primo gennaio 2013, mentre rimarranno invariati gli orari. Infine è previsto che gli introiti pubblicitari delle installazioni sui pontili "da parada" vadano per il 50% al Comune e per il 50% all'Istituzione per la Conservazione della gondola e del gondoliere, e che quelli che derivano dal servizio pubblico non di linea di gondola siano trattenuti dai titolari dei traghetti.


Intanto, sempre sul fronte del mondo tutto veneziano della gondola, sanzione pesante della commissione disciplina al gondoliere che aveva chiesto 400 euro a una coppia di russi per un giro in di meno di un'ora. La commissione di disciplina dell'ente gondola ha deciso la sua sospensione per 30 giorni. La vicenda, come ricorda la stampa locale, era emersa alcuni mesi fa quando i due russi avevano espresso la loro meraviglia per la tariffa pagata a un'amica. Lo stesso gondoliere aveva poi ammesso quanto avvenuto. (ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento