Fossò, minaccia un'impiegata di banca con un coltello ma la sciarpa lo tradisce

Rapina mancata stamattina per G.B., 38enne, L'uomo è entrato nella filiale della Banca del Veneziano è ha minacciato una dipendente, intanto però il sistema di sicurezza a tempo aveva bloccato le casse

E' entrato nella filiale di Fossò della Banca del Veneziano con un grosso coltello da cucina in mano e ha minacciato un'impiegata allo sportello. Momenti di terrore alle otto e tre quarti di questa mattina nella sede dell'istituto di credito in via Provinciale Nord 39, quando G.B., 38enne del luogo, con la faccia nascosta da un berretto e una sciarpa di colore scuro, ha fatto capire a tutti le sue cattive intenzioni. Il progetto criminoso, però, non è andato a buon fine. Il meccanismo di sicurezza a tempo, infatti, ha bloccato le casse, impedendo al malvivente di appropriarsi del contante.

Il rapinatore ha addirittura scavalcato lo sportello per raggiungere l'impiegata presa di mira, che nel frattempo si era "rifugiata" vicino a una collega chiedendo aiuto. Alla fine G.B., suo malgrado, si è dovuto fermare solo alle minacce. Gli è andato praticamente tutto storto.

Capendo che non c'era nessuna possibilità di portare a termine il colpo, il malvivente è fuggito a piedi dalla filiale. I carabinieri della stazione di Vigonovo, accorsi subito dopo la tentata rapina, ascoltando i testimoni e controllando i filmati della videosorveglianza, hanno avuto gioco facile nel riconoscere l'autore del gesto. Addirittura per qualche secondo la sciarpa che G.B. usava per nascondersi si è spostata, rivelando a tutti il suo volto.

I militari dell'Arma, quindi, sono andati a colpo sicuro. G.B. è una loro vecchia conoscenza. Quando sono arrivati alla sua abitazione, l'uomo stava rincasando a bordo della sua bicicletta. Ancora con i vestiti indossati durante il colpo andato a vuoto. Agli agenti non è rimasto altro che stringergli le manette attorno ai polsi e portarlo nella caserma di Vigonovo per la convalida dell'arresto per tentata rapina aggravata. Ora G.B. si trova nel carcere di Santa Maria Maggiore. I carabinieri hanno anche sequestrato il grosso coltello da cucina che l'arrestato, appena uscito dalla filiale, aveva lanciato a ridosso di un'abitazione.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Il turismo in Veneto sta andando male, dice Federalberghi

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento