La "pista ciclabile" arriva fino a Tre Archi, turisti in sella a Cannaregio

Alcuni cicloturisti non si sono informati bene sulle regole della città, venerdì sono stati visti pedalare tranquillamente lungo fondamenta Savorgnan

Per molti è un sogno irrealizzabile, alcuni evidentemente non riescono a resistere e vogliono a tutti i costi togliersi la soddisfazione di percorrere Venezia in bicicletta: era già successo nei giorni scorsi, quando un turista russo era stato ripreso mentre pedalava in piazza San Marco sul suo mezzo a due ruote, ora la "bravata" si ripete (moltiplicata). Sono tre i cicloturisti immortalati venerdì mattina da un residente, a bordo di altrettante bici sulla fondamenta a Tre Archi, nel sestiere Cannaregio.

Altro che pista ciclabile sul ponte della Libertà: questi intraprendenti visitatori hanno deciso di farsi beffe del regolamento comunale (anche se si potrebbe chiudere un occhio e pensare che siano in buona fede) e addentrarsi in pieno centro storico per andare fino in fondo nel proprio itinerario cicloturistico. "Anche questo è giusto?", si domanda ironico l'autore della foto, mentre la memoria va inevitabilmente a un altro recente episodio di "inciviltà" turistica: quello di domenica notte, quando un visitatore è stato visto campeggiare con tanto di tenda sotto il ponte di Calatrava, vista Canal Grande.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

  • Perché il Veneto rischia seriamente la zona rossa dopo il 15 gennaio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento